Terriccio basico o acido? I consigli per far crescere le piante in salute

Tra i vari accorgimenti di cui tenere conto per far crescere bene e in salute le nostre piante, uno dei più importanti è sicuramente il tipo di terreno in cui si andrà a coltivare. Ecco, dunque, qualche consiglio

State dedicando delle attenzioni alle vostre piante in questo lungo periodo trascorso in casa? Che abbiate il pollice verde, che sia in giardino o in appartamento, bisogna tenere bene a mente delle piccole accortezze per far crescere rigogliose e in salute le piante. Tra i vari accorgimenti di cui tenere conto, uno dei più importanti è sicuramente il tipo di terreno in cui si andrà a coltivare. Ecco, dunque, qualche consiglio.

Il terriccio universale

Il terriccio universale ha un prezzo relativamente economico ed è quello più comunemente utilizzato perché facilmente reperibile. Viene chiamato “universale” proprio perché questo tipo di terriccio viene preparato in modo che possa essere adatto alla maggior parte delle piante. Generalmente i terreni si dividono in: sabbiosi, argillosi o limosi; questa differenza è data dal pH. In sostanza, il terriccio universale è adatto a qualunque pianta, ma se volete dare le giuste cure, dovete dare ad ognuna di essa il vero nutrimento di cui ha bisogno.

Terreno basico o acido?

Iniziamo con il dire che per ogni tipologia di pianta occorre un determinato tipo di terreno. Vi siete mai chiesti perché nei campi buttano il letame? Semplice: per concimarlo. All’interno del letame, infatti, si trovano diverse sostanze che rendono alcalino il terreno. Molte piante, come le rose e gli alberi da frutta preferiscono un terreno basico, di conseguenza, se il vostro terreno è acido, sarebbe bene aggiungervi del letame o del compost, per regolarne il pH. Al contrario, se le piante che volete far crescere sono azalee, gardenie o ortensie, sarà bene acidificare il terreno. Un terreno a tendenza basica, infatti, è poco adatto. Come fare? Utilizzate degli elementi facilmente reperibili in casa: provate a bagnare le vostre piante con dell'acqua mischiata ad un cucchiaio di aceto o succo di limone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, svantaggi, costi e consumi

  • Fai da te: come rimuovere la ruggine da cancelli e staccionate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento