Cimici dei letti: cosa sono e come identificarle

Le cimici dei letti (cimex lectularius) sono una specie di ectoparassiti ematofagi molto piccoli che si nutrono di sangue o di altri animali a sangue caldo. Questi parassiti si attaccano facilmente ai tessuti, proprio per questo motivo è molto facile trovarli nei materassi

Le cimici dei letti (cimex lectularius) sono una specie di ectoparassiti ematofagi molto piccoli che si nutrono di sangue o di altri animali a sangue caldo. Hanno una forma ovale leggermente schiacciata e sono di colore rosso-brunastro. Questi parassiti si attaccano facilmente ai tessuti, proprio per questo motivo è molto facile trovarli nei materassi ma anche in altri luoghi come divanitappeti, i sedili dei pullman e così via. A differenza degli scarafaggi, la comparsa delle cimici da letto non è causata dalla poca igiene, al contrario, esse possono nascere e vivere anche in ambienti molto puliti e curati. 

Le punture

Le punture delle cimici si manifestano sulla pelle con dei piccoli punti rossi simili alla puntura della zanzara e solitamente causano prurito. Le parti più colpite sono quelle scoperte dai vestiti quindi collo, mani, braccia, viso. In alcuni casi possono provocare anche delle reazioni allergiche o infezioni soprattutto dopo ripetute punture, in questo caso è consigliabile il parere di un medico. Le attività ematofaghe di queste cimici, determina nell'uomo l'insorgenza di lesioni causate da una reazione iperimmune nei confronti di alcune sostanze contenute nella saliva di questo insetto e secrete durante il pasto di sangue. Attenzione però, questi parassiti vengono in contatto con la nostra pelle solo perché noi entriamo in diretto contatto con il tessuto contaminato, il contatto con l’uomo gli serve esclusivamente per il nutrimento (di sangue). Le lesioni sono causate da un trauma cutaneo causato dalla puntura e da una reazione immunitaria di ipersensibilità che può essere sia di tipo immediato che di tipo ritardato. Alcuni soggetti, però, manifestano una sorta di insensibilità alla puntura, non presentando una sintomatologia cutanea evidente. Le lesioni compaiono da pochi minuti ad alcune ore dalle punture, a seconda dei soggetti e del tipo di risposta immunitaria e durano per due o tre settimane

Come identificarle?

I segni di infestazione più evidenti sono senza dubbio le tracce di esuvie (il rivestimento del loro corpo), frammenti corporei e cimici morte visibili nei principali posti dove si sono annidate. Inoltre, è possibile ritrovare anche le loro uova che si presentano di colore biancastro. Infine, possiamo accorgerci di un’infestazione trovando delle macchie fecali di colore nerastro/marroncino sulle cuciture di materassi, divani e così via.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rimedi

Per prevenire o debellare un’infestazione di cimici da letto è necessario controllare accuratamente i materassi, le doghe, le fessure in muri, armadi. Una volta individuata l’infestazione, è fondamentale lavare lenzuola, pigiami ed altri tessuti ad alte temperature.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, svantaggi, costi e consumi

  • Fai da te: come rimuovere la ruggine da cancelli e staccionate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento