ECOFLASH: SERBIA, ULTERIORE SOSTEGNO UE MIGLIORAMENTO APPALTI PUBBLICI

Udine, 1 ott - Per concorrere al miglioramento del monitoraggio degli appalti pubblici e alla lotta alla corruzione, l'Unione Europea metterà a disposizione della Serbia altri 2,5 milioni di euro. Con lo stesso obiettivo, tra il 2010 e il 2012 la Serbia aveva già ricevuto dall'Unione 1,5 milioni di euro.

Lo ha sostenuto il vice capo della delegazione europea in Serbia Oscar Benedict, intervenendo a una conferenza in materia di appalti pubblici. Benedict, come informa l'ICE [Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane (ITA/Italian Trade Agency)], ha affermato che la Serbia ha migliorato la trasparenza nel settore degli appalti, ma ha definito ancora debole la partecipazione agli stessi, con una media di soli 2,6 offerte per ogni contratto.

Secondo il capo area della Banca Mondiale per la Serbia Tony Verheijen, le modifiche apportate alle norme sugli appalti pubblici contribuiranno ora ad aumentare il numero delle offerte.

Mentre il ministro dell'Economia Zeljko Sertic ha confermato che tali modifiche hanno reso più semplice la partecipazione delle imprese alle procedure di appalto e ha aggiunto che ciò aumenterà il numero di offerenti che ora sono tenuti a presentare solamente una dichiarazione che soddisfi i criteri di appalto.

Mentre, sempre secondo il ministro, solamente il vincitore della gara sarà tenuto a fornire la documentazione completa.

ARC/Netzapping/CM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Covid: Riccardi, confermato supporto sistema Tpl per rientro a scuola

Torna su
TriestePrima è in caricamento