Domenica, 21 Luglio 2024
Notizie dalla giunta

Infrastrutture: Amirante, quasi 2 mln per sicurezza e comfort ciclovie

   Trieste, 1 giugno – “Garantire alle piste ciclabili del Friuli Venezia Giulia sicurezza e comfort: sono gli obiettivi della delibera approvata oggi per un impegno che sfiora i 2 milioni di euro”.

Così l’assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio Cristina Amirante ha sintetizzato il provvedimento assunto dall’Esecutivo regionale che si articola in tre interventi. In primo luogo Friuli Venezia Giulia Strade spa viene incaricata di un progetto di fattibilità per lavori di manutenzione straordinaria e rifacimento e potenziamento degli impianti di illuminazione nelle gallerie e messa in sicurezza dei tratti di pista ciclabile sul tronco Moggio Udinese-Tarvisio della ciclovia FVG1 Alpe Adria.  A disposizione ci sono 1,2 milioni di euro. Nella stessa delibera vengono previsti, sulla FVG2, la sostituzione dei sistemi di protezione tra la via Grado e via Saba, in Comune di Grado (400mila euro) e, su FVG 1 E FVG 2, interventi di riqualificazione delle sovrastrutture ciclabili da realizzarsi su una molteplicità di tratti (oltre 331mila euro).

“Operiamo su sistemi di illuminazione, messa in sicurezza, pavimentazione e lavori agli intonaci delle gallerie – ha spiegato in conclusione Amirante – per garantire una mobilità ottimale in bici non solo ai nostri cittadini ma anche ai molti turisti che sempre più spesso usano le due ruote per scoprire i territori del Friuli Venezia Giulia. A ciò si aggiungono i lavori in carico a FVG Strade spa, da appaltare entro l'anno, che riguardano la realizzazione del tratto mancante di ciclovia tra Moggio Udinese e Venzone; si tratta di lavori molto attesi, come anticipatomi in un incontro il presidente della comunità montana Canal del Ferro Val Canale Fabrizio Fuccaro, atti a garantire la sicurezza e il miglioramento della attrattività della ciclovia Alpe Adria”.



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infrastrutture: Amirante, quasi 2 mln per sicurezza e comfort ciclovie
TriestePrima è in caricamento