Windsurf: la triestina Anna Biagiolini vince la coppa del mondo under 20

Dopo questo sensazionale risultato conquista la green card al circuito del PWA per il 2020 sperando di trovare uno sponsor che la sostenga permettendole di partecipare almeno ad alcune tappe

Si è appena conclusa nella splendida isola di Brac la prima tappa di coppa del mondo slalom windsurf del circuito professionistico PWA (professional windsurfing association) ovvero la Moto GP del windsurf mondiale dedicata agli under 20, con un ricco montepremi di oltre 15 mila euro. Una gara che ha visto partecipare le sorelle Biagiolini, Anna e Caterina, triestine. Anche questa volta, le due giovani si sono fatte valere: Caterina si è classificata seconda nella categoria U17 e ottava overall, mentre Anna si è posizionata prima U20 woman e seconda overall dietro la vice campionessa PWA della stagione 2018. 

Grande soddisfazione per lei, che dopo questo sensazionale risultato conquista la green card al circuito del PWA per il 2020 sperando di trovare uno sponsor che la sostenga permettendole di partecipare almeno ad alcune tappe, quest' anno Korea, Giappone, Spagna, Portogallo e Danimarca. Nei prossimi mesi la vedremo impegnata in varie regate italiane e si allenerà al meglio per essere pronta per i campionati europei IFCA che si terranno in Turchia a Settembre.

La competizione

Grandi fatiche per questi super atleti che durante tre giornate si sono confrontati rispettivamente nelle batterie woman e man con successione “back to back”, a ritmi impegnativi anche per i più allenati, con vento fra i 40 e 50 km/h. Pit stop ultraveloci a riva per cambiare l'attrezzatura, se necessario, o bere solo un sorso d' acqua, e via subito con altre prove.

Molti i nomi importanti del grande tour mondiale con cui confrontarsi e dai quali imparare, come la francese Marion Mortefon, attualmente seconda nello slalom e terza nel foil nel PWA, Ennio del Pont e l'atleta dell'RS:X Luka Mratovic.

La performance delle sorelle Biagiolini

Dopo la prima giornata, al termine della quale Anna era in seconda posizione dietro l'atleta professionista Marion Mortefon e Caterina in sesta, ad attendere tutti gli atleti due giorni di relax, il cosiddetto “rest-day", a causa del mancato vento e della bora, che non hanno permesso di sistemare il campo di regata. Giovedì invece il vento che ha soffiato tra i 18 e 25 nodi ha consentito alle nostre ragazze di terminare 8 tabelloni. Nei due giorni successivi invece, sempre a causa del poco vento e della pioggia, non è stato possibile concludere nessuna prova. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

Torna su
TriestePrima è in caricamento