rotate-mobile
Sport

Il Venezia non fa sconti ed espugna il "Rocco" con il punteggio di 2-1

19.30 - i risultati dell'ultima giornata di campionato danno comunque all'Unione Sportiva Triestina 1918 una grossa mano in prospettiva play-out

L’ultima giornata della stagione regolare del campionato di calcio di serie “D” – girone “C” 2015/2016 ha proposto allo stadio “Rocco” l’incontro fra l’Unione Sportiva Triestina 1918 e l’Unione Venezia. La capolista si è imposta per 2-1, con le reti di Calzi al 17° del primo tempo ed il raddoppio di Carbonaro al 24° della ripresa; al 40° la rete di Andjelkovic ha riacceso la partita e, nei minuti finali, i ragazzi di Bordin sono andati vicini ad un insperato pareggio. Pareggio che, alla luce dei risultati riguardanti il fondo della classifica, sarebbe stato ininfluente: l’UFM ha guadagnato la salvezza diretta con un prodigioso recupero nel girone di ritorno pareggiando a Castelfranco Veneto e condannando il Giorgione alla retrocessione diretta in virtù della vittoria del Fontanafredda ai danni del Calvi Noale; infine la Liventina che, perdendo a Belluno è rimasta alle spalle dell’Unione Triestina grazie al vantaggio alabardato negli scontri diretti.  L’Unione Sportiva Triestina 1918 disputerà pertanto domenica 22 maggio il play-out al “Rocco” contro la Liventina. Molto partecipato il prepartita con il giro di campo effettuato dai ragazzini delle squadre calcio della città, tutti muniti di bandierina biancorossa, applauditi da tutto il pubblico presente ed in particolare dai ragazzi della curva Furlan. Di seguito la presentazione al pubblico del nuovo presidente della squadra, Mario Biasin, giunto dall’Australia per seguire da vicino le sorti dell’Unione. Circa 3000 gli spettatori presenti, compresi un centinaio di tifosi giunti da Venezia. L’Unione Sportiva Triestina 1918, priva degli squalificati Crosato e Miani, recuperava Andelkovic in difesa ed Abrefah a centrocampo e schierava dall’inizio Skerjanc con tridente d’attacco composto da Spadari, Bradaschia e Muzzi. La prestazione della formazione alabardata è stata nel complesso discreta ma era evidente la differenza tecnica tra le due squadre, con il Venezia che in varie occasioni ha dimostrato di poter disporre di un trio in attacco capace di creare occasioni da rete solamente aumentando leggermente il ritmo. Applausi nel finale da parte di tutti i tifosi accorsi al “Rocco” con un arrivederci a domenica 22 maggio per una partita secca nella quale i ragazzi dovranno dare il 110% per onorare una volta di più la maglia che indossano e conquistare quella salvezza che consentirebbe alla nuova dirigenza, accolta con entusiasmo dai tifosi triestini, di programmare con maggiori stimoli la prossima stagione calcistica.   

PRIMO TEMPO

2°: leggero infortunio a Carbonaro, che esce un po’ intontito da un contrasto aereo;  dopo qualche minuto rientra in campo.

10°: primo pericolo per la porta di Vezzani con un diagonale di Chicchiarelli che esce alto sopra la traversa.

17°: punizione per il Venezia da posizione pericolosa; s’incarica del tiro Calzi che sigla il vantaggio veneziano con un preciso tiro alla destra di Vezzani, che non riesce ad opporsi.

24°: ci prova ancora Calzi su calcio piazzato ma questa volta Vezzani blocca a terra.

30°: il Venezia controlla agevolmente i tentativi dei ragazzi di Bordin di recuperare il pari.

34°: prima azione rossoalabardata con una deviazione al volo di Bradaschia, che esce alla sinistra di Bortolin.

39°: ammonito Modolo per gioco scorretto.

43°: l’Unione Sportiva Triestina 1918 sostituisce Muzzi con Cuppone.

45°: un minuto di recupero.

46°: la signora Vitulano manda le due squadre a riposo con il vantaggio del Venezia che, dopo il vantaggio, si è limitato a controllare la squadra alabardata con un efficace e costante possesso di palla.

SECONDO TEMPO

Dopo 45 secondi bell’affondo per i rossoalabardati con Abrefah che mette in mezzo ma nessun attaccante giuliano riesce a deviare in porta. 

4°: ammonito Dalla Riva per gioco scorretto.

15°: Venezia vicino al raddoppio con un tiro ravvicinato di Carbonaro; Vezzani riesce a chiudere lo specchio della porta.

21°: su calcio da fermo Spadari imbecca in area Skerjanc ma il tiro è alto sopra la traversa.

22°: il Venezia sostituisce Ferrante con Luciani. La Triestina sostituisce Spadari con Cucchiara.

24°: raddoppio del Venezia con Carbonaro, che realizza in diagonale, raccogliendo un comodo appoggio di testa.

25°: il Venezia sostituisce Chicchiarelli con Navarra.

33°: Il Venezia sostituisce Serafini con Maccan.

37°: l’Unione Sportiva Triestina 1918 sostituisce Bradaschia con Monti.

40°: la Triestina accorcia le distanze in mischia con un rocambolesco gol di Andjelkovic, che riesce in qualche maniera a battere Bortolin.

42°: ci prova Abrefah da fuori area, il tiro esce di non molto alla sinistra di Bortolin.

45°: tre minuti di recupero.

46°: Vezzani sventa in angolo un pericoloso appoggio in area alabardata.

48°: la signora Vitulano sancisce la fine dell’incontro: il Venezia va a ringraziare i propri tifosi sotto la curva; analogamente i ragazzi di Bordin vanno a raccogliere gli applausi della curva Furlan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Venezia non fa sconti ed espugna il "Rocco" con il punteggio di 2-1

TriestePrima è in caricamento