Tornare in forma con il fitwalking: i benefici

Camminare è un esercizio fisico spesso sottovalutato ma dotato di tantissimi vantaggi perché apporta numerosi benefici alla nostra salute, scopriamo insieme quali sono e come massimizzare i risultati

È risaputo: abbinare l’esercizio fisico ad una dieta varia ed equilibrata è fondamentale sia per dimagrire e rimanere in forma che per prevenire numerose patologie, come quelle cardiovascolari, il diabete ed il cancro. Sono tanti gli sport praticabili, ma non tutti sanno che anche camminare apporta numerosi benefici alla nostra salute, un esercizio spesso sottovalutato ma dotato di tantissimi vantaggi: vediamo quali sono.

Il fitwalking

Innanzitutto, il fitwalking (o camminata veloce) è un tipo di esercizio che può essere praticato da tutti, è gratuito, semplice e veloce; infatti, non necessita di strutture o attrezzature particolari, se non di un buon paio di scarpe e di un tipo di abbigliamento comodo.

Benefici 

Per quanto riguarda i benefici fisici, camminare ti aiuta ad ottimizzare lo smaltimento delle calorie e a perdere peso preservando, allo stesso tempo, la massa magra; il fitwalking non ha niente da invidiare ad altre attività sportive per quanto riguarda il consumo calorico: per ogni 60 minuti di camminata a ritmo sostenuto, infatti, le calorie bruciate sono circa 300 (naturalmente, il numero preciso di calorie bruciate dipende da fattori come il peso, l’età e il tempo dedicato all’esercizio fisico). Il fitwalking poi, è un tipo di esercizio fisico aerobico che aiuta a ridurre il grasso addominale, molto pericoloso per la salute cardiovascolare, migliora la circolazione e l'ossigenazione dei tessuti, portando ad una diminuzione di cellulite e della pelle a buccia d'arancia, e, se praticato in modo continuativo, è in grado di ridurre la frequenza cardiaca, quindi anche lo sforzo del cuore e le problematiche cardiovascolari.

Fitwalking e camminata: le differenze

La differenza sostanziale tra camminata tradizionale e fitwalking risiede nella velocità che si raggiunge con il passo: nel fitwalking, infatti, è necessario avere un’andatura di almeno 6 chilometri all’ora. Per entrambi, però, è fondamentale la continuità: l'ideale sarebbe praticare questo tipo di esercizio fisico tutti i giorni, per almeno mezz'ora al giorno, ma, se questo non fosse possibile, lo si può praticare quattro volte a settimana per circa 40-50 minuti.

Massimizzare i risultati

Per massimizzare i benefici della camminata e del fitwalking, un'ora prima di allenarti fai uno spuntino a base di carboidrati, come una barretta ai cereali, soprattutto se hai stabilito una sessione piuttosto lunga. Ricordati di portare sempre con te una bottiglietta d'acqua e di bere ogni mezz'ora, così da rimanere sempre idratato. Terminata l'attività sportiva, entro i primi 30 minuti mangia uno snack per recuperare le energie: l'ideale è uno spuntino a base di carboidrati, frutta o un succo fresco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento