rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Green

Il Sentiero delle Alpi Giulie, un nuovo cammino a due passi da Trieste

Secondo l'Ente Turistico della Slovenia il Julian Alps Hiking Trail sarà pronto ad aprile. Il percorso sarà lungo circa 300 chilometri, tra l'Isonzo, il parco del Triglav e le vette delle Julijske slovene. Partenza e arrivo a Rateče

L’Ente Turistico della Slovenia sta provvedendo alla creazione di un itinerario da percorrere lentamente. Il nuovo percorso, che sarà chiamato il Sentiero delle Alpi Giulie (Julian Alps Hiking Trail, questo il nome in inglese ndr) sarà lungo 300 chilometri e verrà completato nell’aprile di quest’anno. A darne notizia sono stati in tanti come il più autorevole sito del Parco Nazionale del Tricorno. Una bella esperienza per chi intende rallentare i ritmi frenetici a cui la vita è sottoposta, o per chi è curioso di affrontare un cammino per capire qualcosa di più dei nostri vicini di casa. 

Il percorso

Il tracciato – che sarà percorribile sia da chi va a piedi e da chi preferisce le due ruote (senza motore, intendiamoci) – verrà suddiviso in tappe da 20 chilometri l’una e attraverserà le meraviglie del paese confinante. Come riportato da vari media “il sentiero non è stato creato dal nulla. Per realizzarlo sono stati uniti diversi trail già esistenti”. Da dove si potrà iniziare il percorso? Il borgo di Rate?e, al confine tra Italia e Slovenia e qualche chilometro dopo la località di Fusine nel Tarvisiano, diventerà il punto di partenza e di arrivo di un cammino che già stimola la curiosità di molti appassionati corregionali.

La seconda tappa

Mojstrana diventa così l’arrivo della seconda tappa; dopo aver percorso i sentieri vicini a Sava Dolinka e in direzione della ben più conosciuta Kranjska Gora, si arriva infatti nella cittadina famosa per essere non lontana dalle suggestive cascate di Pericnik. Da qui poi, si punta verso Jesenice, giungendo a ridosso del lago di Bled così amato nelle gite “fuori porta” dai triestini. Il terzo giorno invece ci si addentra verso il parco del Triglav dove inizia la sua parte più impegnativa.

Un saliscendi continuo

Bisogna salire fino al Crna Prst per poi ridiscendere nuovamente verso Baska Grapa, in un saliscendi che segue l’Isonzo. Da qui si punta in direzione di Tolmino e poi Caporetto. Ai paesi e alle località che si toccano poi si deve aggiungere Bovec e il passo del Predil (sul confine italo-sloveno) per poi tornare verso Rate?e. Da capire ancora dove sarà possibile pernottare la notte e una brochure ufficiale del cammino. 

Il sentiero più lungo del mondo partirà da Muggia

Cammini antichi e tracce nuove

Si sa, andare a piedi rappresenta la mobilità più antica di cui si è a conoscenza. La nostra regione è stata percorsa per secoli da viandanti, pellegrini, gente comune che utilizzava le vie realizzate dai romani o da chi necessitava di tracciare vie per muoversi. C'erano migranti dell'epoca, personaggi in cerca di fortuna, poveri e mendicanti, e ancora uomini spinti dalla fede che dal mondo germanico attraversavano le Alpi per poi spingersi a Venezia o a Trieste, punti da dove poi si sarebbero imbarcati alla volta di Gerusalemme e ulteriori località simbolo della cristianità. Gli itinerari antichi si sono tramandati nei secoli? A volte sì, altre volte invece sono letteralmente scomparsi. 

Nessun confine 

Andare a piedi ridisegna oggi il bisogno contemporaneo di partire per spostarsi alla ricerca di mondi dimenticati, sepolti dalla frenesia del XXI secolo, dagli obblighi e dalla carenza di tempo. Chi parte per un lungo viaggio a piedi spesso lo fa perché animato da ragioni personali, professionali, o per il fatto che la quotidianità si è trasformata in un saliscendi drammatico. Il nuovo cammino a piedi a ridosso delle Alpi Giulie della Slovenia potrebbe consegnare alla nostra regione (considerata in questo articolo appositamente senza i suoi confini nazionali) un altro sentiero dove mettere un piede dopo l'altro. Dal mese di aprile si potrà farlo. Buon cammino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Sentiero delle Alpi Giulie, un nuovo cammino a due passi da Trieste

TriestePrima è in caricamento