rotate-mobile
Solidarietà

Capi sequestrati in Porto donati alla popolazione ucraina

La merce è stata consegnata dall'Agenzia delle Dogane all'ONLUS Movimento Cattolico per la Famiglia e la Vita

A conferma dell’impegno dell’Agenzia delle Dogane a sostegno delle iniziative benefiche di solidarietà, è stata effettuata una donazione di capi di abbigliamento destinati alla popolazione ucraina colpita da conflitto bellico. L’Ufficio delle Dogane di Trieste, raccogliendo la richiesta della ONLUS Movimento Cattolico per la Famiglia e la Vita, ha individuando una partita di merce che era stata confiscata nell’ambito delle attività di prevenzione e repressione dei traffici illeciti sui flussi di merci in arrivo a bordo di autoarticolati nel Porto di Trieste. La consegna è avvenuta direttamente nelle mani dei Sacerdoti autori dell’iniziativa caritatevole, da parte dei funzionari del servizio Antifrode dell’Ufficio, con la partecipazione di alcuni neo-assunti, attualmente in formazione presso i reparti, che stanno sperimentando la complessa e diversificata attività sul territorio dell’Agenzia. Salvatore Porro ed Elena Surian, rispettivamente fondatore e presidente del Movimento Cattolico per la Famiglia e la Vita con sede a Trieste, hanno espresso l’apprezzamento per l’operato di ADM, dell’Ufficio delle Dogane di Trieste e dei suoi funzionari “A nome personale e della Presidente del Movimento Cattolico per la Famiglia e la Vita di Trieste, sentitamente ringraziamo i signori funzionari dell’ADM di Trieste, dott. Sarraino e la dott.ssa Grimaldi per la loro sensibilità dimostrata nel consegnare ai sacerdoti padre: “Ireneusz Mariusz Michalik e padre Ivan Brovdiy vestiario (confiscato), che provvederanno a distribuirli ai profughi ospitati nel Monastero San Andrea Apostolo in Ukraina. La sensibilità dimostrata da tutta la direzione dell’ADM triestina è viva testimonianza che è inserita nel contesto sociale e aiuto laddove la morte e la desolazione crescono causa dei conflitti che feriscono l’amore di nostro Signore Gesù Cristo e della Vergine Santissima.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capi sequestrati in Porto donati alla popolazione ucraina

TriestePrima è in caricamento