Come rafforzare il sistema immunitario? I consigli del CAR

In questo difficile periodo è certamente importante avere un sistema immunitario forte, dunque, cosa è bene mangiare per rafforzare le difese? Alcune importanti indicazioni arrivano dal Centro Agroalimentare di Roma (CAR)

Il sistema immunitario è una complessa rete integrata di mediatori chimici e cellulari, di strutture e processi biologici, che ci aiuta a difendere il nostro organismo da qualsiasi forma di minaccia esterna. Per funzionare correttamente, un sistema immunitario deve essere in grado di rilevare un'ampia varietà di agenti, noti come agenti patogeni, dai virus agli elminti e distinguerli dal proprio tessuto sano dell'organismo. Rafforzare le difese immunitarie è una necessità che scatta nel momento in cui qualcosa le indebolisce, rendendo l'organismo della persona più suscettibile alle infezioni e ad altre problematiche. In questo caso, gioca un ruolo fondamentale anche l'alimentazione.

Come rafforzare le difese immunitarie?

In questo periodo è certamente importante avere un sistema immunitario forte, dunque, cosa è bene mangiare per rafforzare le difese? Alcune importanti indicazioni arrivano dal Centro Agroalimentare di Roma (CAR) che ha realizzato il vademecum per il consumo di frutta, verdura e pesce freschi per aiutare i consumatori a scegliere una corretta e sana alimentazione che può contribuire a irrobustire le difese immunitarie.

Come fare la spesa e quali cibi mangiare

In questo periodo di emergenza è importante fare una spesa responsabile e seguire una alimentazione corretta, variegata e completa. Come noto, la distribuzione degli alimenti si svolgerà in maniera regolare, non occorre nessun assalto ai supermercati. Nel vademecum del CAR si evidenzia, in particolare, come la questione principale da mettere a fuoco sia che il coronavirus non si trasmette attraverso il cibo. Anzi, un corretto utilizzo di frutta, verdura e pesce fresco può contribuire a rafforzare le difese immunitarie grazie alle vitamine C, A, E, B6, B9, B-12. Nel dettaglio, il vademecum specifica come si possa assumere la vitamina C grazie al consumo di agrumi, uva, fragole, frutti di bosco, kiwi, melone, peperoni, pomodori, broccoli, cavoli, piselli, spinaci, patate. Mentre la vitamina A - spiega la guida del CAR - si assume dalla frutta e dalla verdura color giallo-arancio e ortaggi con foglie o altre parti commestibili color verde scuro. Ed anche la vitamina E grazie al consumo di frutta secca (mandorle, nocciole, arachidi), oli vegetali (di oliva, di semi, di girasole, di soia ecc.). Ed in ultimo, ma non per importanza, il vademecum sottolinea come la vitamina B si possa assumere grazie al consumo di pesce azzurro, cavoli, broccoli e spinaci, frutta secca, legumi. È importante mangiare pesce perché ricco di omega-3, utile a ridurre l'infiammazione delle vie respiratorie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento