Polfer, operazione "Stazioni sicure": identificate 90 persone, 2 denunciate

Questi accertamenti straordinari in aggiunta al quotidiano lavoro di controllo e prevenzione svolto dalle donne e dagli uomini della Polfer, hanno lo scopo di rendere ancora più sicura la vita di chi viaggia o frequenta il mondo ferroviario, in particolare in vista dell’approssimarsi delle festività di dicembre

Nella giornata del 29 novembre scorso, si è svolta l’11a giornata di servizi straordinari di vigilanza denominata operazione “Stazioni sicure” del 2018.

Questi accertamenti straordinari, disposti su tutto il territorio nazionale dal servizio di polizia ferroviaria, in aggiunta al quotidiano lavoro di controllo e prevenzione svolto dalle donne e dagli uomini della Polfer, hanno lo scopo di rendere ancora più sicura la vita di chi viaggia o frequenta il mondo ferroviario, in particolare in vista dell’approssimarsi delle festività di dicembre. La polizia ferroviaria è stata dunque impegnata, in tutta la regione, in una serie di servizi mirati di prevenzione dei reati e di controllo della sicurezza in ambito ferroviario, con particolare riguardo ai convogli, alle stazioni, agli obiettivi sensibili lungo le linee ferroviarie, nonché ai passeggeri ed ai bagagli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

​Nell’intero territorio regionale sono stati impegnati 81 operatori, i quali, nell’arco dell’intera giornata, hanno controllato 21 scali ferroviari ed ispezionato numerosi bagagli sia depositati, sia al seguito dei viaggiatori. Sono state identificate 90 persone di cui 2 sono state indagate in stato di libertà e sono state elevate alcune sanzioni amministrative. Nella provincia di gorizia l’attenzione degli agenti si è concentrata sulla stazione del capoluogo isontino, punto di arrivo e partenza di un notevole flusso pendolare e sul nodo di monfalcone, importante punto di transito del traffico proveniente da Gorizia, Trieste e dalla ex Jugoslavia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • Geranio: i consigli per farlo crescere rigoglioso e forte

  • Addio alle mascherine all'aperto, ma a distanza di sicurezza: Fedriga firma l'ordinanza

  • Superbonus casa al 110%: i requisiti e i lavori di ristrutturazione necessari

  • Dall'altra parte del confine, parlano i titolari delle gostilne slovene: "Situazione disastrosa"

  • Delirio in via Torino, rompe i tavoli della pizzeria Assaje: denunciato

Torna su
TriestePrima è in caricamento