Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Aumento abbonamento treni, Iacop: «Impensabile un incremento del 35% per Alta velocità» 

Il coordinatore della Conferenza dei Consigli regionali e presidente dell'Assemblea legislativa del Fvg Franco Iacop, su aumento treni Alta Velocità

«È impressionante verificare che Trenitalia dal prossimo mese abbia determinato un aumento del costo degli abbonamenti Alta velocità fino al 35%. Mi chiedo in quale Paese vivono i suoi vertici amministrativi».

La presa di posizione viene da Franco Iacop, coordinatore della Conferenza dei Consigli regionali e presidente dell'Assemblea legislativa del FVG.

«È di tutta evidenza - aggiunge Iacop - che la questione abbonamenti AV apre uno spaccato su una dimensione sociale e lavorativa nuova del Paese. Un Paese cresciuto anche grazie alla mobilità lavorativa. Non è pensabile in tempi di deflazione aumentare gli abbonamenti del 35%, portando intere famiglie al collasso. L'azienda Trenitalia, oltre a fare business, è anche concessionaria pubblica e monopolista di un servizio pubblico e l'alta velocità è stata realizzata anche grazie alle tasse dei cittadini. Per non parlare del fatto che oggigiorno migliaia di persone si spostano per seguire il lavoro, spesso senza certezze per il futuro o per cogliere una opportunità in un sistema Paese ntegrato che vuole andare verso aree territoriali sempre più connesse».

«È impensabile, come si è letto nei giorni scorsi, che l'azienda scarichi sulle Regioni considerando gli abbonamenti una sorta di privilegio. Le Regioni stanno provando a fare miracoli per far quadrare i bilanci, cercando di non toccare i livelli essenziali sanitari, a fronte di una decurtazione di 2 miliardi e mezzo di euro dal 2016 al 2017».

«Il Governo - conclude Iacop - intervenga immediatamente come azionista di maggioranza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento abbonamento treni, Iacop: «Impensabile un incremento del 35% per Alta velocità» 

TriestePrima è in caricamento