Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Altopiano Carsico / Via di Basovizza

Sbarramenti da Basovizza a Banne, la "banda" dei tronchi colpisce di nuovo

Gli sbarramenti sono comparsi questa notte nell'area vicina al celebre stagno di Banne. Sul posto è intervenuta la Polizia Locale

Prima il parcheggio all'entrata del sentiero Ressel a Basovizza, poi quello nei pressi dello stagno di Banne. Sul Carso continua la "telenovela" dei tronchi sistemati da ignoti che vorrebbero impedire alle autovetture di parcheggiare. Dopo la notizia pubblicata dal quotidiano sportivo Citysport nel fine settimana appena trascorso - con tanto di repliche e controrepliche ed una notevole reazione dal punto di vista social -, questa notte è giunta in redazione la segnalazione di alcuni "blocchi" comparsi sulla strada che conduce al celebre stagno. 

Il modello

Il modello di sbarramento utilizzato è lo stesso e, dopo la segnalazione pervenuta alla Polizia Locale, nella giornata di ieri 23 novembre gli agenti sono intervenuti sul posto per un sopralluogo che è stato ripetuto anche questa mattina. "Abbiamo passato la pratica ai nostri uffici - ha fatto sapere il comandante Walter Milocchi - ed ora valuteremo eventuali rimozioni". La "banda" dei tronchi, oltre ad una sorta di nostrana celebrità, potrebbe rischiare di finire nei guai a causa di un possibile intervento della Procura visto che, come sostenuto dalla Locale, il terreno in questione è pubblico. Il reato che potrebbe essere contestato agli ignoti autori del gesto (sempre che il Comune di Trieste sporga denuncia) è l'invasione di terreni, un reato per cui sono previsti da uno a tre anni di reclusione o una multa che va da 103 fino a 1032 euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarramenti da Basovizza a Banne, la "banda" dei tronchi colpisce di nuovo

TriestePrima è in caricamento