menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polizia locale, arrivano 2 bici a pedalata assistita. Roberti: «Maggior controllo nelle zone pedonali e ciclabili»

Sono dunque quattro in totale i mezzi a pedali del Corpo comunale: 12 gli operatori volontari del nucleo specializzato

Sono due le nuove biciclette a pedalata assistita in dotazione alla Polizia Locale e operative da oggi per il presidio e il controllo delle aree pedonali, piste ciclabili e aree a traffico limitato. Presentate ufficialmente nel corso di una conferenza stampa in Municipio dal vicesindaco e assessore alla Polizia Locale Pierpaolo Roberti con il comandante Sergio Abbate, il funzionario Paolo Jerman e due vigili urbani “ciclisti”, i due mezzi a pedali vanno ad aggiungersi ad altre due biciclette ("normali") già in possesso del Corpo comunale e utilizzate dal nucleo specializzato formato da 12 operatori su base volontaria.

Questi nuovi modelli andranno a implementare sia il servizio principalmente estivo a Barcola (dove l'agilità e la struttura ne rendono efficace e possibile il passaggio tra i bagnanti), ma si «potrà così garantire un maggior controllo di zone sensibili del territorio, sia pedonali che ciclabili, compiendo percorsi più lunghi per un servizio che dura svarate ore proprio grazie alla "pedalata assistita" (non elettriche, ndr) - ha spiegato Roberti -. Un primo passo in sostanza che premette l'intenzione di avvalersi nel prossimo futuro di altri mezzi per una migliore mobilità sostenibile nelle aree urbane, oltre che per consentire agli operatori di muoversi con agilità in luoghi non raggiungibili o transitabili con altri veicoli. Anche ampliando ulteriormente il parco-veicoli con l'acquisto di vetture a trazione elettrica attraverso una richiesta mirata di contributo della Regione».

«Il nucleo ciclisti avrà la possibilità adesso di aumentare la propria potenzialità, anche in zone non necessariamente solo pianeggianti - ha aggiunto il comandante Abbate -, anche in giardini, in aree miste. Il nucleo è composto di operatori che hanno aderito volontariamente, ma ovviamente non si occupano solo di questo: ancora una volta Trieste dimostra la propria propensione sportiva pochè vi assicuro che non è così facile trovare così tanti volontari nelle altre città». 

«Una corretta mobilità delle biciclette viene impartita anche durante le lezioni di educazione stradale da parte della Polizia Locale – ha aggiunto Jerman – proprio per agevolare una "civile e rispettosa convivenza" nell'ambito del traffico e della circolazione urbana, visto anche il sempre maggior utilizzo del mezzo a pedali nella nostra città».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Tradizioni del Carso: perché andar per osmize

social

Cucina tipica: la ricetta della minestra de bisi spacai

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Da lunedì tutto il Friuli Venezia Giulia torna in zona arancione

  • Cronaca

    Party illegale in viale XX Settembre, sanzionati 16 giovani

  • Cronaca

    Abbandona rifiuti edili a Campanelle: 600 euro di multa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento