Tornano i buoni spesa: in arrivo un'altra "boccata d'aria" per i bisognosi

Ad ogni nucleo famigliare verrà assegnato un importo pari a 150 euro per ciascun componente. Le modalità operative saranno diverse dalla prima erogazione e saranno basate su una domanda da presentare online

I numeri dei contagi da Coronavirus - Covid 19 continuano purtroppo a riempire le pagine della cronaca locale, nazionale, e non solo. Per molte categorie di cittadini, per molte famiglie, per molti lavoratori e imprenditori, alla preoccupazione per l'aspetto sanitario della pandemia si aggiunge, dolorosamente, anche quello economico. Per questo, come già nella prima fase, anche in corrispondenza di questa seconda ondata di contagi il Comune di Trieste si adopera per mitigarne le conseguenze, fornendo sostegno alle persone e alle famiglie più colpite dalle chiusure disposte a livello nazionale e regionale per il contenimento dell'epidemia.

Sostegno concreto

Grazie alla disponibilità di finanziamenti ministeriali assegnati al Comune di Trieste per fronteggiare l'emergenza, gli uffici comunali che fanno capo all'Assessore alle Politiche Sociali Carlo Grilli hanno nuovamente avviato la procedura per consentire ai cittadini che ne hanno diritto di presentare domanda per i buoni spesa. “Data la complessità del periodo, non è una misura esaustiva - afferma l’assessore al Sociale Carlo Grilli - ma è sicuramente una forma di sostegno concreta, che garantirà a molte famiglie un consistente aiuto per l'acquisto di beni alimentari e di prima necessità, importante soprattutto in concomitanza con le festività natalizie".

Nuove modalità operative

Con questa seconda tornata ad ogni nucleo famigliare verrà assegnato un importo pari a 150 euro per ciascun componente. Anche in questa circostanza - ha evidenziato l'Assessore - gli uffici hanno prontamente risposto alla richiesta di procedere ad una ulteriore distribuzione di buoni acquisto nel più breve tempo possibile, come deciso dalla Giunta comunale, elaborando una nuova istruttoria caratterizzata da modalità operative diverse dalla prima erogazione, perché basata su una domanda da presentare online.

Il mio sincero ringraziamento va al Vicesindaco e Assessore al Bilancio, Paolo Polidori, ai colleghi di Giunta e ai consiglieri che hanno votato la variazione di bilancio, e a tutti i dipendenti del Dipartimento che si sono dedicati e che si dedicheranno a questa attività”.

Da mercoledì 18 novembre 2020 i cittadini potranno iniziare a inserire le domande, esclusivamente online, accedendo al sito web: https://servizisociali.online.trieste.it/, dove dovranno registrarsi, compilare il modulo online, e inviarlo sempre all'interno del portale, dopodiché dovranno stamparlo e firmarlo, e attendere la convocazione all'appuntamento per il ritiro dei buoni; una volta che il sistema avrà accettato la domanda, saranno infatti contattati telefonicamente per presentarsi in Via Mazzini 25 (muniti di modulo stampato e firmato e di documento d'identità) per la consegna dei buoni.

Per informazioni ed eventuale supporto alla compilazione della domanda online, sarà attivo il numero 040 9714614 gestito da Televita. A seguire, una scheda di sintesi sulla procedura informatizzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

  • Coronavirus in Fvg: sfiorati i 1200 contagi in un giorno solo

Torna su
TriestePrima è in caricamento