menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cade dal gommone, ma questo continua la sua corsa "impazzita": intervento dalla Polizia

Intervento nei pressi delle Ginestre del presidio nautico e di frontiera del Commissariato di Duino Aurisina

Ieri pomeriggio la Polizia di Stato di Trieste ha soccorso un uomo caduto in mare dal proprio gommone, imbarcazione che – priva di altre persone a bordo – ha continuato a svolgere evoluzioni concentriche ad alta velocità nei pressi dello stabilimento Ginestre, zona ad altissima frequenza di bagnanti e natanti.

Una persona ha informato del fatto il personale del presidio nautico e di frontiera del Commissariato di Duino Aurisina, che stava vigilando quello spazio marino a bordo di due acquascooter. Attivati i segnali luminosi, i due operatori hanno raggiunto in breve tempo l’area interessata. Uno l’ha bonificata alla ricerca della persona caduta a mare, mentre l’altro ha abbordato il gommone per bloccarlo, modificandone la rotta e riuscendo a fatica ad arrestarne il moto.

La persona caduta a mare, uno sloveno del 1976, che era stata nel frattempo soccorsa e fatta salire a bordo di un’imbarcazione a vela, non era ferita e non necessitava di cure. L’uomo e il gommone sono stati affidati a una motovedetta della Capitaneria di Porto di Trieste intervenuta in zona.

A determinare lo sbalzo fuoribordo dello sloveno il pagliolo scivoloso del gommone, l’alta velocità dello stesso tenuta per raggiungere al più presto l’approdo presso il Villaggio del Pescatore a causa delle repentine variazioni metereologiche e l’infrangersi di un’onda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento