Venerdì, 19 Luglio 2024
Calcio

Continua il caso Rocco, il presidente Rosenzweig: "Siamo molto delusi, no a giochi di potere sulla Triestina"

Il numero uno della Triestina ha convocato una conferenza stampa nel primo pomeriggio per fare il punto della situazione. "Investito tanto per avere buone relazioni con il presidente Fedriga, non è così con il Comune"

TRIESTE - "Siamo molto delusi dalla situazione del campo, c'è grande frustrazione perché ci sono ancora troppi punti di domanda. Abbiamo investito tanto nell'avere una buona relazione con il presidente Fedriga, non possiamo dire la stessa cosa con il Comune". Ben Rosenzweig, presidente della Triestina è deciso a riportare "il prima possibile" la squadra e i tifosi allo stadio Rocco, ma sul futuro pesano ancora molte incognite. Una su tutte la decisione in merito alla praticabilità del campo per le prossime gare. In calendario il prossimo impegno casalingo è fissato il 14 ottobre contro il Lumezzane, ma stando alle dichiarazioni della società non sembra esserci alcuna certezza. "Abbiamo già dovuto giocare due partite lontano dal nostro stadio - così il presidente - e anche la prossima è in forte dubbio". Rosenzweig sostiene come la società sia ancora "molto limitata rispetto alle informazioni ricevute post concerto. All'inizio siamo stati pazienti, ma adesso c'è molta delusione". "Abbiamo fatto un investimento importantissimo - continua il presidente -, per un progetto a lungo termine e siamo ancora nella condizione di non poter utilizzare il nostro stadio. Non possiamo essere vincolati a giochi di potere". Nel caso in cui la situazione riguardante il campo dovesse perdurare tutto ciò potrebbe portare ad un disimpegno da parte della società? "No questions, but we want the stadium back as soon as possible" la risposta del presidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua il caso Rocco, il presidente Rosenzweig: "Siamo molto delusi, no a giochi di potere sulla Triestina"
TriestePrima è in caricamento