rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Chiusura Miramare, Prodani e Menis (M5S): «Gravissimo danno di immagine per tutto il territorio»

Intervento del consigliere comunale Paolo Menis e dell' On. Aris Prodani «Gongolarsi per l'edizione di Lonely Planet dedicata al FVG, per poi cadere nella mancata apertura di Miramare, denota una impreparazione»

«Inaccettabile che la principale attrazione della città, e tra le principali della Regione, resti chiusa il 1 gennaio. Un grave danno di immagine per tutto il territorio». Attacca con queste parole Aris Prodani, segretario della commissione attività produttive della Camera, che proprio in quella commissione segue principalmente il settore del turismo.

«Come spesso abbiamo detto, ma restano frequentemente parole inascoltate, la appetibilità e la serietà di una destinazione turistica che voglia crescere ed affermarsi non può limitarsi alla presenza sulle pubblicazioni di settore, se dietro non ci sono pianificazione e programmazione». Continua il deputato triestino: «Gongolarsi per l'edizione di Lonely Planet dedicata al FVG, uscita venti giorni fa, per poi cadere nella mancata apertura di Miramare, denota una impreparazione ed un coordinamento tra enti assente. E le istituzioni restano immobili, ormai da anni, nell'annunciare grandi cambiamenti e grandi strategie future, frutto di analisi pagate a peso d'oro. Si continua a perdere tempo prezioso mentre i nostri concorrenti procedono a passi spediti».

«Fa specie leggere le dichiarazioni dell'assessore Kraus - conclude il consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle Paolo Menis -  che, invece di puntare i piedi e difendere l'immagine di Trieste, minimizza l'accaduto. Il danno per la nostra città è elevatissimo, quel luogo deve ritornare ad essere veramente “pubblico” e di conseguenza deve rimanere aperto 365 giorni all’anno».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura Miramare, Prodani e Menis (M5S): «Gravissimo danno di immagine per tutto il territorio»

TriestePrima è in caricamento