Cronaca San Dorligo della Valle - Dolina

Ciriani e Premolin tra gli otto Indagati per lo Scempio in Val Rosandra

Otto sono gli indagati per i fatti della Val Rosandra del 24 e 25 marzo: Nel registro degli indagati della Procura di Trieste sono iscritti i nomi del vicepresidente della Regione Luca Ciriani; del responsabile della Protezione civile del Friuli...

Otto sono gli indagati per i fatti della Val Rosandra del 24 e 25 marzo:

Nel registro degli indagati della Procura di Trieste sono iscritti i nomi del vicepresidente della Regione Luca Ciriani; del responsabile della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Guglielmo Berlasso; del sindaco di San Dorligo della Valle Fulvia Premolin del vicesindaco Antonio Ghersinich, del geometra Mitja Lovriha, caposervizio dell'area Ambiente e Lavori pubblici del comune di San Dorligo, di Cristina Trocca e Adriano Morettin, funzionari del Dipartimento della Protezione civile regionale e di Luca Bombardier, titolare della ditta specializzata "Bombardier srl" di Arta Terme.
Agli indagati vengono contestate due ipotesi di reato definite dagli articoli 733 bis e 734 del Codice penale.
L'art. 733 Bis del Codice Penale recita così:
"Distruzione o deterioramento di habitat all'interno di un sito protetto.
Chiunque, fuori dai casi consentiti, distrugge un habitat all'interno di un sito protetto o comunque lo deteriora compromettendone lo stato di conservazione, è punito con l'arresto fino a diciotto mesi e con l'ammenda non inferiore a 3. 000 euro."
Il 734 sempre del codice penale stabilisce altresì: Distruzione o deturpamento di bellezze naturali.
Chiunque, mediante costruzioni, demolizioni, o in qualsiasi altro modo, distrugge o altera le bellezze naturali dei luoghi soggetti alla speciale protezione dell'autorità, è punito con l'ammenda da euro 1.032 a euro 6.197."

Luca Ciriani ieri ha dichiarato:«Sono tranquillo e sereno perché sono convinto che la Protezione civile abbia agito in Val Rosandra nel massimo rispetto delle leggi con il solo obiettivo di tutelare la pubblica incolumità»,
Fulvia Premolin, sindaco di San Dorligo: «Sono tranquilla, non tranquillissima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciriani e Premolin tra gli otto Indagati per lo Scempio in Val Rosandra

TriestePrima è in caricamento