Cronaca

Dieci libri sotto il sole: consigli di lettura per l'estate 2021

La nostra selezione di libri per le vacanze dei nostri lettori. Tra gialli, saggi, racconti umoristici e grandi classici, abbiamo cercato di accontentare tutti. Buona lettura

Foto: Today

Forse accecati dal sole, non ci rendiamo conto che in questo periodo le librerie offrono promozioni e sconti sui migliori amici delle nostre giornate al mare: i libri. Dalla promozione Einaudi, che con due libri regala uno zainetto, alla Mondadori che permette di portare a casa, con soli 9 euro, due best seller. Quella che segue è tuttavia una lista che non tiene conto del marketing ma di ciò che potrebbe farvi stare bene, distrarvi o emozionarvi tra un bagno e l'altro. Ecco quindi i dieci libri consigliati da Trieste Prima per l'estate 2021:

1 - Ali Smith, "Estate" (Sur, 2021)

Ultimo di una tetralogia sulle stagioni, Estate affronta le crisi del nostro tempo (cambiamenti climatici, Brexit, pandemia), attraverso un incastro di personaggi, tra cui una famiglia con genitori separati, una strana coppia che crea contenuti web e un ultracentenario affetto da demenza. Un ritmo incalzante e, in qualche modo, estivo per un appassionante viaggio senza spostarsi dal proprio telo da mare.

2 - Cesare Pavese, "La bella estate" (Einaudi, 2° edizione, 2015)

Scritto nel 1940 e premio Strega nel 1950, questo breve e intenso racconto (prima parte di una raccolta e ora pubblicato da solo) narra di un'adolescente nata in un contesto operaio che si fa ammaliare da personaggi eccentrici della scena bohèmien del suo tempo, fino a innamorarsi di un contadino con velleità artistiche. Sarà l'inizio di una sofferta maturazione. Lettura appassionante, se siete affascinati dal secondo dopoguerra.

3 - Harlan Coben, "Fuga" (Longanesi, 2021)

"Qui nessuno è al sicuro. Prima che tu riesca ad accorgertene, tutta la tua vita è in pericolo. E per proteggere tua figlia dal male, prima dovrai affrontarlo tu stesso". Il protagonista insegue la giovane figlia, che non vuole essere salvata ma ne ha un disperato bisogno. Per lui sarà un viaggio in un mondo di cui non sospettava neanche l'esistenza. Creatore delle più acclamate serie Netflix, Coben costruisce un thriller mozzafiato, da aprire se la vostra giornata dovesse tramutarsi da rilassante a noiosa. Proponiamo "fuga" a tutti gli appassionati di serie Tv. Quindi, più o meno a tutti.

4 - Francesco Piccolo, "Momenti di trascurabile infelicità" (Einaudi, 2015)

Non fatevi ingannare dal titolo, le probabilità di scoppiare a ridere svegliando il bagnante che vi dorme accanto sono altissime. Si può ridere anche dell'imbarazzo, del disagio o delle piccole delusioni quotidiane, lo dimostra questa galleria di aforismi e racconti brevi. Un inno al fallimento liberatorio, quello in grado di alleggerirci dalle aspettative che ci impediscono di goderci la vita. Una risata è il modo migliore per farlo.

5 - Phil Knight, "L'arte della vittoria", (Mondadori, 2016)

"La competizione è una cosa buona solo per chi riesce a dimenticarla. Devi dimenticare i tuoi limiti, la tua sofferenza e il tuo passato". Possiamo dimenticare, per un momento, anche le critiche all'etica delle multinazionali, e ammettere che il fondatore della Nike potrebbe avere qualcosa da insegnarci se abbiamo un obbiettivo da realizzare. Non è necessario commettere anche i suoi errori. Consigliato a chi vuole sfruttare la vacanza per tornare al lavoro con più strumenti.

6 - Alessandro Baricco, "Oceano Mare", (Feltrinelli, 2007)

Forse una scelta ovvia, in estate, anche per la popolarità del titolo. Qualcuno lo definisce sopravvalutato, qualcun altro potrebbe rispondere che è la solita invidia verso i libri di grande successo. Dentro non troverete solo l'acqua, ma anche gli altri tre elementi, e un mondo racchiuso in poche pagine.

7 - David Sedaris, "Ciclopi" (Mondadori, 2003)

Le raccolte di racconti spezzano l'attenzione e rendono difficile arrivare all'ultima pagina? Forse, ma sono perfette se dobbiamo tuffarci in mare ogni mezzora e possiamo alternare un bagno e una storia autoconclusiva. Un umorismo nero, che più nero non si può, quando gli occhiali da sole non bastano.

8 - Nelida Milani, "Di sole, di vento e di mare" (Ronzani, 2019)

Il primo bombardamento italiano su Pola nel 1944, l'esodo, il dramma di un popolo e il ruolo universale del sole, del vento e del mare che ne permeano la storia. Una delle penne più lucide, appassionate ed impietose tra gli italiani dell'Adriatico orientale in una narrazione a più voci per chi vuole guardare più a fondo verso le spiagge dell'Istria.

9 - Nicolò Targhetta, "Dialoghi impossibili" (Longanesi, 2020)

Dai social alla carta stampata, la pagina Facebook 'Non è successo niente' diventa un libro che fa incontrare personaggi storici realmente esistiti, letterari o inventati sul momento. Per capire che, dal passato, forse non abbiamo imparato nulla, ma potremmo imparare qualcosa leggendo queste pagine. Improbabili botta e risposta per svuotare la testa. E poi riempirla con nuove consapevolezze.

10 - David A. Sinclair, "Longevità, perché invecchiamo e perché non dobbiamo farlo" (Verduci, 2020)

Il mito dell'eterna giovinezza la fa da padrone, nel bene e nel male, in tutte le spiagge del mondo, dove la nudità espone al sole ritenzione idrica e macchie senili. Sinclair, ricercatore di fama mondiale, lancia un affascinante cambio di prospettiva: se l'invecchiamento fosse solo una malattia? Di cui potremmo rallentare il decorso? Un libro che cerca di destrutturare e riorganizzare, alla luce delle nuove scoperte scientifiche, tutto ciò che credevamo di sapere su rughe e artrosi. Forse regalandoci un paio di illusioni, ma anche una serie di ottimi consigli. Lunga vita e lunga estate a tutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci libri sotto il sole: consigli di lettura per l'estate 2021

TriestePrima è in caricamento