rotate-mobile
Cronaca

Coop, Serracchiani: «Da tempo stavamo monitorando la situazione. Collaborazione con la Procura»

18.21 - «L'azione della Procura permette alla Regione di avere una visione più chiara e trasparente dello stato di crisi in cui versano le Cooperative operaie »

«L'intervento della Procura della Repubblica nella vicenda delle Cooperative operaie è stato opportuno e
apprezzabile». Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani al termine di un incontro che si è tenuto oggi a Trieste presso la Procura della Repubblica alla presenza del procuratore capo Carlo Mastelloni, con i sostituti procuratori Federico Frezza e Matteo Tripani, dell'amministratore giudiziario Maurizio Consoli, del vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello, dedicato alla situazione di crisi delle Cooperative Operaie di Trieste Istria e Friuli.

"Pur nel nostro limitato potere di vigilanza, che si restringe alla verifica dei principi di mutalità, da tempo stavamo monitorando la situazione attraverso un tavolo dedicato alla messa in opera di azioni intese a cercare soluzioni alla crisi, garantendo la continuità dell'azienda, pagando i fornitori, mantenendo i livelli occupazionali e rispettando i diritti dei prestatori", ha dichiarato la presidente.

"L'azione della Procura permette alla Regione di avere una visione più chiara e trasparente dello stato di crisi in cui versano le Cooperative operaie e quindi - ha aggiunto - di poter collaborare assieme all'amministratore giudiziario nell'azione già intrapresa, in un quadro di maggiore chiarezza".

Nel corso della riunione è stata decisa l'apertura di una linea di consultazione permanente tra la Regione e l'amministratore giudiziario intesa ad accompagnare l'iter procedurale previsto per l'attuazione del piano industriale. L'amministratore giudiziario Consoli ha infatti tracciato un quadro tecnico giuridico della situazione e delle opzioni possibili per la soluzione della crisi.

Si è concordemente ritenuto che, con gli opportuni interventi di supporto, potranno essere raggiunti gli obiettivi perseguiti e cioè la garanzia dell'occupazione, la garanzia della restituzione del prestito sociale e la tutela dei creditori sociali.

Il vicepresidente Bolzonello, anche nella sua qualità di assessore regionale alle Attività produttive, si è detto molto fiducioso su un esito positivo della vicenda, convinto del rilievo strategico delle Cooperative operaie e della loro funzione economica e produttiva per il territorio giuliano e anche per le proiezioni internazionali delle attività commerciali.


Il procuratore capo Mastelloni ha assicurato la più ampia collaborazione, nel rispetto dei ruoli, al fine di garantire un buon esito a una situazione di crisi che potrebbe avere profondi riflessi sociali ed economici sulla città di Trieste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coop, Serracchiani: «Da tempo stavamo monitorando la situazione. Collaborazione con la Procura»

TriestePrima è in caricamento