Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Corteo Primo Maggio, sfila anche il sindaco Cosolini: «Mancanza di lavoro problema primario» (FOTO)

Affollato corteo triestino organizzato unitariamente da CGIL, CISL e UIL in occasione del Primo Maggio, Festa dei Lavoratori. Partiti come consuetudine da San Giacomo, i partecipanti hanno percorso il classico tragitto cittadino per poi confluire in piazza Unità dove si sono svolti i comizi finali

Affollato corteo triestino organizzato unitariamente da CGIL, CISL e UIL in occasione del Primo Maggio, Festa dei Lavoratori. Partiti come consuetudine da San Giacomo, i partecipanti hanno percorso il classico tragitto cittadino per poi confluire in piazza Unità dove si sono svolti i comizi finali (dove è stata “simbolicamente” issata la bandiera jugoslava da uno sparuto gruppo di partecipanti, criticata immediatamente da più esponenti politici).

Alla manifestazione erano presenti diversi esponenti politici come Nerio Nesladek, neo-segretario cittadino del Pd e sindaco di Muggia ha affermato che «Siamo qui per festeggiare il Primo Maggio. Si scende nelle strade convintamente per manifestare la volontà che il lavoro rimanga e sia un principio fondante della nostra Repubblica. Il Jobs Act, così come tutte le leggi, è perfettibile.  Sicuramente ha il pregio che cerca di smuovere l’immobilismo, nel tentativo di invertire la tendenza che c’è stata fino ad oggi. Siamo pronti a migliorarla ma va detto che è uno strumento importante per rilanciare il mercato del lavoro, un forte segnale del Governo Renzi».

In Largo Barriera si è unito al corteo anche in sindaco Cosolini (in compagnia dell’Assessore Treu, neo membro della segreteria provinciale del Pd) che ha affermato «Sono qua sia come privato cittadino, in quanto partecipo al corteo del Primo Maggio da quando avevo 15 anni, sia come sindaco di Trieste in quanto il problema numero uno attuale della nostra società è la mancanza di lavoro. La Festa del Lavoro oggi come oggi è la testimonianza di un impegno comune per superare le difficoltà che ci sono per dare alla gente serenità e prospettive».1mag2015.CorteoPrimoMaggio2015(FotoLucaMarsi)04-2

Sabrina Morena, coordinatrice provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà spiega che «Siamo presenti numerosi al corteo con le nostre bandiere. Questo è un Primo Maggio triste perché non c’è lavoro. E’ la festa di lavoratori e lavoratrici che dovrebbero però lavorare. Come forza politica dobbiamo impegnarci a chiedere politiche di lavoro adeguate, che sicuramente non sembra essere il Jobs Act. SEL si è sempre espressa contro in quanto pensiamo che essa aumenta la precarietà e non la diminuisce. Il licenziamento è molto più semplice ed il lavoratore è molto più ricattabile».

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo Primo Maggio, sfila anche il sindaco Cosolini: «Mancanza di lavoro problema primario» (FOTO)

TriestePrima è in caricamento