menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crollo Palatrieste; Triesteprima.It Condanna le Farneticanti Opinioni di un Sito Web "Cristiano"

Non è uso di questa redazione parlare male, anzi parlare proprio, di altre testate giornalistiche ma, davvero, questa volta non ne possiamo farne a meno. Ieri triesteprima.it ha svolto il suo dovere di informare, missione di un organo di stampa...

Non è uso di questa redazione parlare male, anzi parlare proprio, di altre testate giornalistiche ma, davvero, questa volta non ne possiamo farne a meno.

Ieri triesteprima.it ha svolto il suo dovere di informare, missione di un organo di stampa, anche in una giornata triste e dolorosa che ha visto balzare, agli onori della cronaca, notizie tristi e luttuose come quella della scomparsa del giovane Francesco Pinna. Lo abbiamo fatto con il lutto nel cuore ma questo è il nostro lavoro...

Oggi ci siamo imbattuti in un editoriale trovato sul web, inerente il crollo di ieri al Palatrieste; Il sito è Pontifex.roma.it sito web che tratta di Santi e fede cristiana, con tanto di simil-stemma pontificio.

Leggendolo ci ha preso il voltastomaco; scrive, fra le righe (ma nemmeno tanto) di una correlazione tra la tragedia di ieri e la presenza di Jovanotti allo show di Fiorello (Rai 1), dove i due artisti hanno trattato il tema dei preservativi.

Tale Bruno Volpe scrive "Fiorello si esibì con il suo penoso "salvalavita Beghelli", alludendo e facendosi apostolo del profilattico, incoraggiando via etere il libertinaggio sessuale, quindi il peccato mortale? Bene, in quella circostanza, Fiorello ebbe come partner proprio Jovanotti, colui il quale avrebbe dovuto esibirsi a Trieste".

Ma la cosa diventa più pesante; nella sua lucida follia il Volpe aggiunge: "Una positiva conseguenza del crollo è stata la sospensione del concerto di questo menestrello del vietato vietare, del tutto è permesso, della vita sregolata e dell'incitamento ad ogni scompostezza esistenziale.Da questo e solo da questo punto di vista, esiste una giustizia divina che si oppone alla volgarità ed al libertinaggio senza censura, anzi, avallato da nomi noti che, così facendo, si fanno portatori di voce del Maligno."

L'articolo poi prosegue ancora su questa assurda linea... Lasciamo a chi ne ha voglia e "fegato" di leggerlo tutto alla fine di questo articolo.

Positiva conseguenza? Giustizia divina? il nostro voltastomaco diventa rabbia e sdegno! Le parole e la considerazione che abbiamo per questo personaggio non sono riportabili su queste pagine; ci auguriamo soltanto che qualcuno intervenga per censurare queste vere e proprie "bestemmie", visto che il sito si spaccia per cristiano.

Vergogna !!!

Bruno Volpe: A Trieste, mentre si montava una tribuna per il concerto di Jovanotti, un crollo improvviso è costato la vita ad un operaio e diversi feriti. Piangiamo una vittima senza colpa, preghiamo per lui e chiediamo sia fatta giustizia, indipendentemente dal nome o dal passato di chi sia responsabile per colpa. Davanti alle morti sul lavoro occorre massima fermezza, in quanto non è pensabile lasciare la vita e la famiglia per pochi soldi, mentre artisti e vip ingrassano. Detto questo, passiamo al resto. Ricorderete che una settimana fa, Fiorello si esibì con il suo penoso "salvalavita Beghelli", alludendo e facendosi apostolo del profilattico, dunque incoraggiando via etere il libertinaggio sessuale, quindi il peccato mortale? Bene, in quella circostanza, Fiorello ebbe come partner proprio Jovanotti, colui il quale avrebbe dovuto esibirsi a Trieste. Dio non manda certamente il male che non vuole. Dio non chiede sofferenze agli umani, ma si ribella e acconsente ...... acché Satana ci metta alla prova.

Una specie di "catechismo del male", giusto percorso spirituale, che ogni uomo deve affrontare al fine di santificare la propria vita, mediante fortezza e virtù.

Una positiva conseguenza del crollo è stata la sospensione del concerto di questo menestrello del vietato vietare, del tutto è permesso, della vita sregolata e dell'incitamento ad ogni scompostezza esistenziale. Da questo e solo da questo punto di vista, esiste una giustizia divina che si oppone alla volgarità ed al libertinaggio senza censura, anzi, avallato da nomi noti che, così facendo, si fanno portatori di voce del Maligno.

Su certi avvenimenti della storia e nella storia, occorre meditare e riflettere, senza fingere che non riguardi noi e le nostre condotte scellerate ed offensive. Chi violenta il genere umano, chi istiga alle perversioni, non piace a Dio, in quanto degno servitore del Suo nemico, dell'angelo perverso e corruttore che è "principe di questo mondo" e che va combattuto, non appoggiato. Questa è fede, non è invenzione o superstizione, questo è scritto anche nel Catechismo delle scuole elementari.

Speriamo che il concetto lo capisca, piangendo una morte, anche Jovanotti. Sappiamo bene che queste parole susciteranno le ire e gli insulti di uomini di poca fede o di siti di spam, ma di loro: "chissenefrega".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento