rotate-mobile
Cronaca

Danneggia Contatori Elettrici, Aggredisce la Polizia Giunta sul Posto; Finisce al Coroneo

Questa notte personale della Squadra Volante della locale Questura ha arrestato per violenza, minacce, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento un  triestino, Federico Godina, nato nel 1971, già noto alle...

Questa notte personale della Squadra Volante della locale Questura ha arrestato per violenza, minacce, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento un triestino, Federico Godina, nato nel 1971, già noto alle forze dell'ordine per numerosi precedenti specifici.

Un equipaggio della Questura si è recato presso uno stabile nel rione di San Giacomo in quanto erano pervenute al 113 alcune segnalazioni di mancanza dell'energia elettrica e la contestuale presenza di rumori sospetti provenienti dal pianerottolo sito al piano terra dell'edificio.

Un operatore ha notato una persona intenta ad armeggiare con un grosso cacciavite su un contatore elettrico e, una volta avvicinatovisi, a fatica è riuscito a evitare un fendente portato dallo sconosciuto con il cacciavite, colpo che comunque l'ha preso di striscio alla spalla e ha provocato anche la lacerazione della manica dell'uniforme.

Ne scaturiva una colluttazione, durante la quale dalla tasca dello sconosciuto cadeva a terra un coltello a serramanico e alcuni cavi di corrente asportati da poco. Sul posto intervenivano altri equipaggi della Questura e, una volta ristabilita la calma, nel corso della perquisizione effettuata all'interno dell'abitazione dell'uomo, sono stati trovati un coltello di grosse dimensioni tipo da sub, uno stiletto, una pipetta per l'uso di sostanze stupefacenti, una scatolina sporca presumibilmente di hascish, una bilancina elettronica e un elenco di sostanze e materiale vario da usare presumibilmente per tagliare sostanze stupefacenti, Il tutto è stato sequestrato.

Sia l'uomo che l'operatore hanno dovuto ricorrere alle prime cure presso l'ospedale di Cattinara per le abrasioni e le ferite da graffio riportate. Una volta in Questura il triestino ha continuato a manifestare la propria aggressività cercando di scagliarsi contro gli agenti e minacciandoli di morte e di ritorsioni varie.

L'uomo è stato arrestato e associato presso la locale Casa circondariale. Nel frattempo è stato fatto intervenire presso la stabile personale dei Vigili del fuoco e dell'Acegas per il ripristino di due contatori danneggiati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danneggia Contatori Elettrici, Aggredisce la Polizia Giunta sul Posto; Finisce al Coroneo

TriestePrima è in caricamento