Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Via di Zaule

Danni all'auto del sacerdote che accoglie i profughi: «Vigliacchi»

Il parroco della chiesa di Aquilinia ha denunciato pubblicamente un presunto atto intimidatorio subito mentre officiava Messa

Nella foto il sacerdote Paolo Iannaccone

Presunto atto intimidatorio subito dal parroco di Aquilinia, Paolo Iannaccone, che lo stesso sacerdote ha denunciato sulla sua pagina facebook con un post: «Ritengo una azione barbara, vigliacca e testimone di profonda immaturità umana quella di chi ha ben pensato questa mattina, probabilmente mentre celebravo Messa, di manifestare il suo dissenso verso l'avviata iniziativa emergenziale di accoglienza di profughi rompendo il fanale posteriore della mia vettura. Sono segnali intimidatori che fanno scaturire dal mio cuore una preghiera perché si abbassino i toni e ci si riappropri di un guizzo di civiltà».

Padre Iannaccone, da poche settimane giunto nella chiesa di Aquilinia, denuncia il danneggiamento alla sua auto, che sarebbe avvenuto proprio mentre officiava Messa. Un atto che se confermato, manifesterebbe il pesante clima che si sta vivendo proprio nella piccola frazione del comune di Muggia, amministrato dalla sindaco Laura Marzi, sul quale erano stati puntati i riflettori negli scorsi giorni, per la decisione di ospitare un gruppo di immigrati, nell'ex Asilo delle Suore Canossiane ad Aquilinia, accanto a scuola primaria Ada Loreti in via di Zaule.

Una decisione che ha creato una protesta da parte di alcuni genitori e alcune forze politiche, che considerano la scelta «imprudente e irresponsabile», proprio per la vicinanza strettissima tra i profughi ospitati e la scuola primaria di via Zaule.

Anche il capogruppo della Lega Nord in Comune di Trieste, Paolo Polidori, che ha una bimba frequentate la prima classe proprio di quella scuola, ha affermato nelle scorse ore: «Per quanto mi riguarda, mi batterò fino all'ultimo, muovendo da ora tutte quelle associazioni ed i cittadini che già hanno impedito con successo che alla caserma di via Cumano fosse posto in essere un simile insediamento. Per mia figlia, per i bambini della Loreti, per la tutela degli abitanti di Aquilinia, impediremo in tutti i modi questa idiozia!»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni all'auto del sacerdote che accoglie i profughi: «Vigliacchi»

TriestePrima è in caricamento