In giro con l'auto di servizio durante il lavoro: nei guai due dipendenti comunali

Denunciati per truffa e peculato due dipendenti del Comune di Fogliano Redipuglia. Indagini condotte dalla Guardia di finanza

Denunciati per truffa e peculato due dipendenti del Comune di Fogliano Redipuglia, in provincia di Gorizia, che si assentavano in orario di lavoro (per ragioni personali ed in modo ingiustificato) usando le auto di servizio. La Guardia di finanza di Gorizia, nelle scorse settimane, ha accertato che i due indagati, domiciliati in provincia di Gorizia, da gennaio 2016 a giugno 2017, hanno interrotto l’attività lavorativa in ben 158 casi, assentandosi per quasi 45 ore per recarsi nelle rispettive case, altre abitazioni e negozi delle province di Gorizia e Udine quali ipermercati, distributori stradali, farmacie, spacci alimentari, agenzie di assicurazione, rivendite di prodotti per l’agricoltura, uffici postali, altri enti pubblici.

Le indagini

I periodi di assenza sono stati ricostruiti dalle fiamme gialle goriziane incrociando gli orari desunti dai badge dei due indagati con le risultanze degli appostamenti, dei pedinamenti, dei rilievi fotografici e, in particolare, degli accertamenti bancari, i quali hanno consentito di far emergere, in molti casi, l’acquisto di beni e servizi in orario di lavoro. Agli stessi, così come è emerso dagli apparati di controllo satellitare installati dai finanzieri a bordo dei veicoli, sono stati contestati anche 53 episodi di peculato per aver utilizzato le autovetture del comune per assentarsi dal posto di lavoro.

Truffa e peculato

Per le condotte illecite compiute ai danni del comune, i due dipendenti dovranno ora rispondere di truffa per gli episodi di assenteismo e di peculato per l’utilizzo delle autovetture comunali per finalità estranee al servizio. L’Autorità Giudiziaria ha così disposto la conclusione delle indagini preliminari e chiesto il rinvio a giudizio dei due dipendenti pubblici, che saranno anche segnalati per danno erariale alla Corte dei Conti di Trieste in relazione ai compensi percepiti durante i periodi di assenza. L’attività d’indagine svolta dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Gorizia ha contribuito a ripristinare condizioni di legalità nel Comune isontino, il quale ha fornito ampia e piena collaborazione nel corso delle indagini.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Canizie precoce, cause e rimedi per prevenire la comparsa dei capelli bianchi

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Morta la bimba di 4 anni rimasta in auto sotto il sole rovente a Rovigno

  • Zalone girerà a Trieste: si cercano 1000 comparse "di tutte le etnie"

  • Esercito in centro, Famulari: "Non sono la miglior accoglienza per una città turistica"

  • Risse e chiasso: licenze sospese a due bar

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

Torna su
TriestePrima è in caricamento