rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
La questione

Sequestro campane di Dolina, il vescovo bacchetta la Procura: "Sono altre le priorità"

Dopo le segnalazioni dei residenti ecco che la magistratura ha provveduto a silenziare le campane. La chiesa tergestina interviene: "Clima ostile e discriminatorio verso persone e beni della comunità cattolica"

"Sono ben altre le priorità che riguardano il nostro territorio, come la serie di delitti efferati". L'arcivescovo di Trieste monsignor Gianpaolo Crepaldi tira le orecchie alla Procura della Repubblica che come riportato da Il Piccolo nella giornata di ieri, ha disposto il sequestro delle campane della chiesa di Sant'Ulderico, a Dolina. Secondo il vertice dell'ecclesia tergestina, oltre ad una "enfasi spropositata", nel territorio in oggetto si starebbe sviluppando "un clima ostile e discriminatorio verso persone e beni della comunità cattolica che non si sente adeguatamente tutelata da chi di dovere". Apprezzando poi le parole di Sandy Klun, sindaco di San Dorligo della Valle, Crepaldi ha inviato una nota in cui invita le istituzioni "ad operare, nella verità e nella giustizia, verso una rinnovata stagione di amicizia civile". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro campane di Dolina, il vescovo bacchetta la Procura: "Sono altre le priorità"

TriestePrima è in caricamento