Cronaca

Ferriera, denuncia M5S: «Già 33 gli sforamenti di pm10 dall’inizio dell’anno, Cosolini intervenga»

Lo riferiscono in una nota Andrea Ussai, portavoce M5S Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia e Paolo Menis, portavoce M5S Consiglio comunale di Trieste

«Nonostante il cambio di proprietà della Ferriera e i due accordi di programmasottoscritti, la situazione ambientale nel rione di Servola e in tutta la città rimane critica. Sono già 33 da inizio anno (46 dalla ripresa dell'attività) gli sforamenti dipm10 registrati dalla centralina di via San Lorenzo in Selva». Lo riferiscono in una nota Andrea Ussai, portavoce M5S Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia e Paolo Menis, portavoce M5S Consiglio comunale di Trieste

«Ricordiamo - continua la nota -  che il numero massimo di sforamenti al limite di legge tollerati annualmente corrisponde a 35. In molte occasioni la proprietà, il sindaco Cosolini, la presidente Serracchiani e isindacati hanno affermato che tutti gli interventi previsti nell'accordo di programma sono in fase di realizzazione e che il cronoprogramma viene rispettato, anche con riferimento alle opere da realizzarsi negli impianti dell'area a caldo».

«Se questi sono i risultati - concludono - , è evidente che l'attuale proprietà non ha ancora posto in essere tutti gli interventi di manutenzione previsti dalla diffida regionale che aveva come termine perentorio marzo 2015, ed è altrettanto evidente che l'unica cosa chenon viene rispettata è la salute dei cittadini. Il sindaco, quale tutore della salute pubblica, intervenga quindi al più presto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferriera, denuncia M5S: «Già 33 gli sforamenti di pm10 dall’inizio dell’anno, Cosolini intervenga»

TriestePrima è in caricamento