Cronaca

Con il drone "illegale" in giro per il mondo: il Faro tra i "the world’s most famous landmarks"

Il fotografo Amos Chapple ha viaggiato per il mondo durante i 18 mesi in cui le regole sull'utilizzo dei droni non erano ferree: il risultato è davvero da lasciare senza parole. Il golfo di Trieste è stato inserito tra i paesaggi che vanno dal Taj Mahal al Cremlino

Lo scorso primo aprile il Business Insider Uk ha pubblicato un'interessante e affasciante galleria fotografica dell'artista Amos Chapple che ha girato il mondo con il suo drone, il quel periodo di circa 18 mesi che non aveva ancora fissato delle regole ferree sull'utilizzo di questi Apr (Aereomobili a pilotaggio remoto).

Proprio quest'ultimo aspetto rende ancora più uniche queste fotografie: infatti in molti dei paesi visitati da Chapple non è più possibile effettuare riprese e fotografie (a circa 400 piedi, cioè oltre i 120 metri, d'altezza). 

A colpire il fotografo che ha sorvolato luoghi come il Cremlino e il Taj Mahal, c'è stato anche il golfo di Trieste e il suo Faro della Vittoria: «The Vittoria Light in Italy, overlooking the Gulf of Trieste at sunset». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il drone "illegale" in giro per il mondo: il Faro tra i "the world’s most famous landmarks"
TriestePrima è in caricamento