menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gas Radon alla Scuola di Banne; Sopraluogo della Quarta Commissione

Si è svolto questa mattina il sopraluogo della IV Commissione Comunale (Lavori Pubblici), presieduta dal consigliere del PDL Lorenzo Giorgi, alla scuola di Banne in via per Basovizza 60.La problematica del plesso scolastico riguarda la presenza di...

Si è svolto questa mattina il sopraluogo della IV Commissione Comunale (Lavori Pubblici), presieduta dal consigliere del PDL Lorenzo Giorgi, alla scuola di Banne in via per Basovizza 60.

La problematica del plesso scolastico riguarda la presenza di gas Radon che, già da alcuni anni, ha costretto alla chiusura di parte dell'edificio.

Poiché il radon è un gas radioattivo, può risultare cancerogeno se inalato, in quanto emettitore di particelle alfa. La principale fonte di questo gas risulta essere il terreno (altre fonti possono essere in misura minore i materiali di costruzione, specialmente se di origine vulcanica come il tufo o i graniti e l'acqua), dal quale fuoriesce e si disperde nell'ambiente, accumulandosi in locali chiusi ove diventa pericoloso. Si stima che sia la seconda causa di tumore al polmone dopo il fumo di sigaretta.

L'ente preposto per la misurazione di tale gas è l'ARPA che proprio una decina di giorni orsono, per determinare la concentrazione di radon presente tramite appositi rivelatori, ha posizionato gli strumenti di misura nei locali scolastici. Poiché la concentrazione di radon varia in funzione della distanza dal terreno, ma anche nel corso della giornata o con il variare delle stagioni si utilizzano generalmente dei cosiddetti rivelatori passivi che forniscono dei valori medi in un periodo di tempo sufficientemente lungo.

Inoltre, poiché specialmente nel periodo invernale i locali aspirano aria - che potrebbe essere ricca di radon - dal sottosuolo per differenza di pressione tra l'interno e l'esterno (effetto camino) e si ha una minore aerazione, è preferibile effettuare le misurazioni in questa stagione.

La Commissione ha avuto rassicurazioni da parte del tecnico comunale, architetto Merizzi, sull'immediata presa in carico del problema da parte degli uffici, nel momento in cui l'ARPA indicherà la soluzione migliore per risolvere lo specifico caso di Banne.

Prima di terminare la riunione, i commissari hanno potuto verificare inoltre che sul tetto della scuola sono presenti, ormai da più di vent'anni, quasi una ventina di pannelli solari, per la produzione di acqua calda, in buono stato ma che mai sono entrati in funzione.
Il presidente Giorgi ha voluto investire gli uffici della problematica affinché si faccia una valutazione economica per il loro recupero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: calano isolamenti e ricoveri, a Trieste 167 contagi

  • Cronaca

    Vaccini: sospese le prenotazioni per gli under 60

  • Cronaca

    La Croazia riapre ai turisti: ecco le regole

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento