menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovanardi & Toth su Lacota: " ma a nome di chi Parla ? "

''Non si comprende con quale diritto Massimiliano Lacota, presidente dell'Unione degli Istriani, pronunci un ultimatum a nome delle Associazioni degli Esuli, quando ne rappresenta una minoranza dissidente rispetto alle altre cinque associazioni...

''Non si comprende con quale diritto Massimiliano Lacota, presidente dell'Unione degli Istriani, pronunci un ultimatum a nome delle Associazioni degli Esuli, quando ne rappresenta una minoranza dissidente rispetto alle altre cinque associazioni della Federazione che le unisce''.
Lo hanno detto ierii, in una nota congiunta, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Carlo Giovanardi, il vicepresidente della Federesuli, Lucio Toth, e il rappresentante del Lazio, Pier Ernesto Irmici, al termine di un incontro a Rovigno (Croazia) con l'Unione Italiana.
''Le accuse di Lacota all'Unione Italiana - prosegue la nota - sono prive di senso logico, essendo ormai storicamente accertato che le stragi degli italiani facevano parte di un disegno di pulizia etnica voluto dai comandi comunisti Jugoslavi, della quale furono vittime anche i partigiani italiani che ad essi si opponevano.
Sprofondare con accuse illogiche nel baratro di un passato doloroso e sanguinoso per tutti i giuliano-dalmati significa tradire la causa dell'italianita' adriatica, che oggi si difende con un abbraccio fraterno tra esuli e rimasti. Chi vi si oppone con tanta pervicacia retrograda e anacronistica da' l'impressione di perseguire l'obiettivo di distruggere - conclude il testo - l'ultima presenza italiana in Istria, nel Quarnaro e in Dalmazia''.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento