rotate-mobile
In manette

La fuga e una latitanza francese durata 30 anni: arrestato in Carso, attesa per l'estradizione

Un cittadino romeno di 75 anni era diretto nei Balcani. La Moldavia aveva emesso un ordine di cattura a causa di alcuni reati commessi durante i primi anni Novanta

Nella giornata di ieri, una pattuglia del Radiomobile di Aurisina, nel corso di un servizio preordinato di “retrovalico”, procedeva al controllo di un autobus diretto in Romania. Tra i passeggeri veniva identificato un cittadino rumeno, 75enne, risultato destinatario di un mandato di cattura internazionale emesso dalla Moldavia per fatti risalenti agli anni ’90 durante la stagione dei movimenti indipendentisti quando si era reso colpevole di esplosione di colpi d’arma da fuoco e lesioni personali. In seguito a quegli eventi l’uomo aveva trovato rifugio in Francia ma, nel frattempo, in Moldavia veniva condannato in contumacia e veniva emesso, nei suoi confronti, un mandato di cattura internazionale. Tratto in arresto è stato tradotto dal carcere del Coroneo in attesa della decisione sulla sua estradizione. Se estradato dovrà scontare 7 anni di carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fuga e una latitanza francese durata 30 anni: arrestato in Carso, attesa per l'estradizione

TriestePrima è in caricamento