menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incentivare l'utilizzo di fonti rinnovabili nei Comuni: accordo Anci-Enel

L’Accordo, in linea con gli obiettivi europei per la riduzione delle emissioni di CO2, l’aumento di utilizzo di fonti rinnovabili e la promozione dell’efficienza energetica, mira al coinvolgimento dei Comuni come attori del cambiamento. In provincia di Trieste sono 6 i Comuni interessati dall’iniziativa

Promuovere l’utilizzo di tecnologie sostenibili e ad alta efficienza sui territori comunali attraverso sensibilizzazione dei cittadini, semplificazione delle procedure e adozione di misure che favoriscano l’utilizzo di mobilità a zero emissioni: sono questi gli obiettivi dell’Accordo Quadro sottoscritto oggi dal Responsabile Mercato Italia Enel Nicola Lanzetta e dal Segretario Generale ANCI Veronica Nicotra a Torino, nell’ambito della XXXII Assemblea Nazionale dell’ANCI.

L’Accordo, in linea con gli obiettivi nazionali ed europei per la riduzione delle emissioni di CO2, l’aumento di utilizzo di fonti rinnovabili e la promozione dell’efficienza energetica, mira al coinvolgimento attivo dei Comuni come attori protagonisti del cambiamento. In provincia di Trieste sono 6 i Comuni interessati dall’iniziativa.

Tra gli strumenti previsti, il monitoraggio dei territori per individuare le “best practice” in ambito urbano e il grado di efficienza delle abitazioni, l’adozione di misure mirate su viabilità e traffico per favorire l’utilizzo di veicoli elettrici, campagne informative per far conoscere i benefici ambientali ed economici derivanti dall’utilizzo di tecnologie efficienti come lampade a LED, caldaie a condensazione, pompe di calore, biciclette e auto elettriche e accompagnare il cittadino in un percorso di semplificazione delle pratiche amministrative.

Al riguardo, l’Accordo prevede, tramite ANCI,  la diffusione, in linea con le strategie attuate da molti Comuni e agli strumenti da questi realizzati, nonché in coerenza con le diverse iniziative predisposte dalle Regioni, dell’innovativo applicativo MEP – Map for Efficiency Permitting, basato su una mappatura effettuata da Enel Energia, che permette al personale comunale di supportare i cittadini attraverso la consultazione e visualizzazione delle prescrizioni e delle procedure vigenti sul territorio comunale per l’installazione di impianti da fonti rinnovabili. Il MEP e’ stato già sperimentato ed e’ attualmente disponibile per quaranta Comuni.

“L’ANCI negli ultimi anni e’ impegnata massivamente nell'accompagnare e seguire da un punto di vista istituzionale e progettuale le amministrazioni locali sul tema dell’efficienza energetica e dell'utilizzo delle rinnovabili, - illustra il Segretario Generale dell'Associazione Veronica Nicotra - fornendo ai Comuni standard, modelli e metodologie operative e tecniche, nonché amministrative, semplificate e utili anche ai non addetti ai lavori, per rafforzare la governance e le competenze degli Enti locali, sia per facilitare il dialogo e le scelte quotidiane dei cittadini. D'altro canto tali iniziative trovano già nella maggior parte dei Comuni piani e strategie mirate allo sviluppo intelligente delle città, sia delle infrastrutture che dei servizi, nelle direttrici di sostenibilità, innovazione e semplificazione’’.

“L'efficienza energetica rappresenta un fattore di crescita economica, benessere e progresso tecnologico e sociale - ha spiegato Lanzetta – L’Accordo siglato con ANCI prevede il coinvolgimento attivo dei Comuni che possono giocare un ruolo fondamentale nella diffusione di tecnologie efficienti e rinnovabili. Si tratta di tecnologie che possono cambiare significativamente in meglio la nostra vita quotidiana e l'ambiente in cui viviamo, a beneficio del singolo cittadino e della collettività’’.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento