menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubava cellulari in spiaggia: ladro seriale "beccato" a Basovizza

Tre anni di "carriera" nell'alto adriatico, poi il trasferimento in Spagna, finché i Carabinieri non lo hanno intercettato a bordo di un autobus di linea mentre tornava il Italia. Su di lui pende un ordine di carcerazione di sei mesi per ricettazione

Una lunga carriera di furti di cellulari in spiaggia, poi il trasferimento in Spagna e il "capolinea" a Basovizza, dove è stato intercettato dai Carabinieri. Protagonista delle estati rivierasche dell’alto Adriatico dal 2014 al 2017, aveva fatto sparire diversi cellulari lasciati incustoditi dai turisti che si godevano il mare. La sua specialità era anche quella di smerciarli a costi contenuti, alla portata di tutte le tasche. In qualche occasione, tuttavia, questa sua abilità non gli aveva evitato di finire in carcere. Poi, improvvisamente, il buio. Ed un repentino trasferimento “d’attività” lungo le coste della penisola Iberica. Il tutto sino a ieri quando una pattuglia della Stazione Carabinieri di Basovizza, impegnata nei controlli di retrovalico, lo ha intercettato a bordo di un autobus di linea che dalla Spagna lo stava riportando dalla sua famiglia.

L'arresto

I militari, dopo un accurato controllo di tutti gli occupanti del mezzo pubblico, hanno scoperto immediatamente il “tipo da spiaggia”. Su di lui pende un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Venezia per ricettazione. L’uomo, un cittadino romeno di 47 anni, deve scontare 6 mesi di reclusione per ricettazione. Così i Carabinieri di Basovizza, con il supporto del Nucleo Operativo e Radiomobile di della Compagnia di Aurisina, hanno eseguito l’ordine di carcerazione, accompagnando l’uomo presso il carcere di Udine per scontare la pena definitiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Canone Rai: come richiedere l'esenzione per l'anno 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento