Latitante da due anni arrestato a Gorizia dalla Guardia di finanza

Ea stato denunciato per tentato furto, detenzione di arnesi da scasso, resistenza a pubblico ufficiale. Aveva precedenti per sfruttamento della prostituzione

Latitante da due anni, è stato arrestato dalla Guardia di finanza di Gorizia al valico di confine sant'Andrea, lato ingresso Stato. I militari della Sezione Operativa Pronto Impiego, dopo aver fermato un autoveicolo proveniente dalla Slovenia, con a bordo quattro cittadini rumeni, hanno scoperto, grazie anche alla collaborazione fornita dalla Sala Operativa del Comando Provinciale, che uno di questi era destinatario di un provvedimento di carcerazione, e lo hanno quindi arrestato.

L’ordine di detenzione, disposto nel settembre 2015 dalla Procura di Bolzano, è relativo a due distinte condanne, rispettivamente emesse nell’ottobre 2014 dal Tribunale di Bolzano dopo una denuncia per tentato furto e detenzione di arnesi da scasso, e nell’ottobre 2013 dal Tribunale di Verona dopo l’arresto in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale.

Il condannato, di 40 anni, cittadino romeno, già residente a Verona, aveva fatto perdere le proprie tracce nell’aprile 2015 rendendosi irreperibile e dandosi alla latitanza fino a quando è stato fermato dalle Fiamme Gialle isontine, insospettite dall’alta velocità a cui procedeva il veicolo su cui viaggiava, immatricolato in Norvegia, Paese dove il soggetto si era trasferito, e dal nervosismo mostrato nel corso delle operazioni di controllo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo le operazioni di identificazione e foto-segnalamento condotte presso la caserma “Sante Laria”, sede della Compagnia di Gorizia, l’arrestato, gravato da ulteriori e molteplici precedenti di polizia per furto, danneggiamento, altri reati contro il patrimonio e sfruttamento della prostituzione, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Trieste dove dovrà espiare una pena residua di un anno e 28 giorni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

  • La dieta a Zona per dimagrire e migliorare le funzioni dell'organismo: come funziona

  • Covid 19: nessun morto in Fvg nelle ultime 48 ore, due nuovi casi a Trieste

  • Cade in acqua e muore sulle rive: un tragico incidente, forse un malore

Torna su
TriestePrima è in caricamento