Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

M5s su Tares: "il Comune non deve Approvare il Piano Economico Proposto da Acegas. La Remunerazione e' Spropositata"

Riceviamo dal Movimento 5 stelle e pubblichiamo:Tares, il MoVimento 5 Stelle boccia il piano economico finanziario presentato da AcegasAps. Menis e Patuanelli: «Tasso di remunerazione del capitale spropositato, scarso miglioramento della raccolta...

Riceviamo dal Movimento 5 stelle e pubblichiamo:
Tares, il MoVimento 5 Stelle boccia il piano economico finanziario presentato da AcegasAps. Menis e Patuanelli: «Tasso di remunerazione del capitale spropositato, scarso miglioramento della raccolta differenziata e aumento del 10% dei costi del servizio»
Dopo il rinvio di qualche giorno fa, lunedì andranno all'esame del Consiglio comunale di Trieste due delibere relative al costo di gestione dei rifiuti e alle collegate tariffe della nuova Tares, il tributo che deve coprire integralmente i costi del servizio svolto da AcegasAps.
Il piano economico finanziario presentato da AcegasAps è carente sotto il profilo dei dati e delle informazioni, prevede un tasso di remunerazione del capitale spropositato (12%), ipotizza uno scarso aumento della raccolta differenziata che passerebbe dal 28 al 30% e - ciliegina sulla torta - presenta un aumento del 10% dei costi del servizio.

«Per questi motivi chiederemo al Consiglio comunale di non approvare questo piano economico finanziario e di chiedere ad AcegasAps di riformularlo», spiegano Paolo Menis e Stefano Patuanelli.

I due consiglieri del MoVimento 5 Stelle rilanciano e propongono una soluzione alla giunta comunale. «Come avviene anche per il servizio idrico, sappiamo che la remunerazione del capitale investito non è un costo per il gestore e non dovrebbe venir caricata sulle spalle dei cittadini. Su questa posta, tuttavia prevista dalla legge, AcegasAps ci chiede per quest'anno 2,8 milioni calcolato sulla base di un tasso di remunerazione del 12%. È un tasso irreale che la giunta comunale non può accettare supinamente. Dimezzandolo il risparmio per i cittadini ammonterebbe a 1,4 milioni».

Per il MoVimento 5 Stelle rimane forte la perplessità per il basso livello di raccolta differenziata, ben sotto a quanto richiesto dalla normativa nazionale e presto anche da quella regionale. «Con l'attuazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani ogni Comune deve garantire almeno il 65% di raccolta differenziata. È giusto partire con la raccolta dell'umido ma è un'azione sicuramente non sufficiente».



In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5s su Tares: "il Comune non deve Approvare il Piano Economico Proposto da Acegas. La Remunerazione e' Spropositata"

TriestePrima è in caricamento