menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malore durante la partita, morto il cestista diciassettenne

Il giovane si è sentito male lunedì sera nel corso di una partita del BaskeTrieste. Cordoglio della Pallacanestro Trieste e del mondo dello sport

Purtroppo non ce l'ha fatta il diciasettenne triestino Eugenio Rossetti, deceduto oggi, martedì 11 ottobre 2016 all'ospedale di Brescia. Il giovane si è sentito male lunedì sera nel corso di una partita del BaskeTrieste. Durante il match il giovane ha avvertito forti dolori nella zona del petto ed aveva chiesto al coach la sostituzione.

Una volta in panchina, il ragazzo è caduto a terra, probabilmente per un infarto. Sul posto è accorsa l'ambulanza che ha condotto il giovane all'ospedale. Nel tragitto però Rossetti aveva subito un nuovo arresto cardiaco. 

A seguito della tragica notizia la Pallacanestro Trieste ha diramato un comunicato di cordoglio (cordoglio espresso da tutti gli sportivi sui vari canali web e social): «Il presidente, il consiglio di amministrazione, i soci, i dirigenti e gli atleti della Pallacanestro Trieste 2004 hanno appreso con grande dolore, questa sera, della morte del giovane atleta del BaskeTrieste a seguito di un grave malore che lo aveva colpito lunedì sera in campo, durante una partita dell’Under 20 disputata in provincia di Brescia».

«Il legame - continua la nota -  tra Pallacanestro Trieste 2004 e BaskeTrieste è molto forte: è un legame operativo, in quanto la società BaskeTrieste è “satellite” della Pallacanestro Trieste e fornisce il serbatoio di giovani da far esordire nel campionato di serie A2, ma è soprattutto un legame affettivo, di squadra e di puro spirito sportivo. Eugenio era entrato nelle file del BaskeTrieste solo da pochi mesi, con l’obiettivo di ottenere in futuro un posto nella nostra panchina».

«La Pallacanestro Trieste - conclude -  tutta esprime il proprio cordoglio alla famiglia e si stringe attorno ai ragazzi del BaskeTrieste. Troveremo assieme il giusto modo per onorare il ricordo, la gioia, la sportività e la voglia di eccellere di un giovane atleta, amante del basket triestino».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento