menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di Djordje Jovanovic

foto di Djordje Jovanovic

"Man Room Concept", una nuova bottega di barbiere tra innovazione e “old school” (FOTO)

Storia nella storia: l'attività infatti nasce all'interno del magazzino delle vecchie bancarelle di Ponterosso. Dalle poltrone anni '30 al tavolo da falegname e pozzetti di cemento come espositori, alle opere d'arte come il lavello ricavato da un fusto all'armadietto della Ferriera

«Ho notato il "ritorno" dei barbieri anche in Italia perchè, come mi diceva il mio maestro "il taglio da uomo è totalmente diverso da quello da donna: l'uomo deve essere squadrato, la donna più boccolosa". Così, dopo corsi a Milano e Roma (al Barber shop crew) ho deciso di aprire questa barberia (o bottega di barbiere) “old school”, ossia a quando il ruolo del barbiere consisteva nel fornire servizi dedicati alla cura di capelli e barbe ma anche come luogo d’incontro per oziosi».

Luca è il titolare della nuova bottega in via Torrebianca, all'interno di un luogo storico per la città, ossia il vecchio magazzino delle bancarelle di Ponterosso, che assomiglia molto a uno show room, da qui il nome "Man Room Concept" che «adattata in chiave attuale e plasmata sulle nuove esigenze di stile e servizi per l’uomo contemporaneo». 

Le risorse economiche di Luca, che è il titolare «ma l'attività deve lavorare oltre Luca, non è il mio ego he deve uscire... Non è importante solo il titolare, perchè voglio creare un brand», erano limitate e di questo ne ha fatto virtù e «sono andato sul "riciclo" e alla ricerca di cose storiche: per esempio abbiamo un armadietto arrugginito della Ferriera come guardaroba, un tavolo da falegname e pozzetti di cemento come espositori, il mobile dietro il bancone regalato dai "Godina", librerie tappezzate con "gessato" come anche il muro; opere d'arte sono le poltrone anni '30 ristrutturate e la zona lavello, incassato in un vecchio fusto e il rubinetto costruito da un amico con oltre 40 pezzi; c'è anche un frigo molto particolare della Smeg che è interamente ricoperto del materiale delle lavagne così da poterci scrivere sopra con il gesso (e attaccare le calamite che i clienti vorranno regalare). 

In previsione c'è anche «l'angolo per il pacchetto sposo, perchè dal matrimonio in poi, tra sposa, figli, cani, l'uomo non è più protagonista: allora abbiamo pensato di dedicare un'area a lui e fare degli scatti particolari grazie alle collaborazioni con fotografi professionisti».

Come detto, ancora prima del servizio di barbiere (che parte con una consulenza si stile), colpisce il luogo in se e «credo di avere la bottega con metratura più ampia del Nord-Est». 

«L'innovazione è esserci concentrati solo sull'uomo, che è che una cosa vecchia ma nuova e di tendenza. Non a caso invece delle piante abbiamo chiesto di regalarci simboli maschili, come un sacco da boxe o una palla da rugby».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento