rotate-mobile
Sport e lavori pubblici

Nuova maxi parete da 80 posti nella palestra di roccia a Valmaura

Oltre 200 mila euro per i lavori che compendono l’impermeabilizzazione e termineranno a fine giugno. L’intervento libererà risorse proprie dell’associazione sportiva Olympic Rock, che permetteranno di ristrutturare il campo esterno abbandonato per ospitare gare internazionali. E’ “mistero” sul progetto della palestra di roccia al Gasometro

TRIESTE - Una nuova parete di roccia su cui potranno arrampicarsi 80 atleti e una soluzione alle infiltrazioni d'acqua: sono le novità in vista al Palarock di via Frescobald: per questo la Regione ha investito 200mila euro nella palestra di roccia in zona Valmaura, in concessione all’associazione sportiva dilettantistica Olympic Rock.

I lavori

Grazie a questo finanziamento, a cui si aggiungono altri 13mila euro a bilancio da parte del Comune, sarà effettuata l’impermeabilizzazione del tetto, la realizzazione di pareti anticaduta e la nuova parete di roccia che aumenterà la capienza di un impianto già in grado, è stato spiegato, “di far allenare 130 persone simultaneamente”. La fine dei lavori è prevista per fine giugno.

L’investimento, ha spiegato l’assessore comunale ai lavori pubblici Elisa Lodi nel ringraziare l’amministrazione regionale, ha permesso all’associazione Olimpic Rock di mettere mano alle proprie risorse per riqualificare il campo da tennis in disuso all’esterno della palestra, al fine di costruire una nuova parete adatta a competizioni nazionali e internazionali.

Intervenuto anche l’assessore regionale alle autonomie locali Pierpaolo Roberti, che ha riferito come “Per quanto riguarda le mie deleghe, sulle autonomie locali la Regione ha stanziato nel Comune di Trieste circa 24 milioni di euro nella scorsa legislatura, un po’ su tutti i campi: edilizia scolastica, impiantistica sportiva e anche viabilità e siti di interesse culturale”. Grazie a questo investimento, ha specificato Roberti, “l’associazione potrà mettere mano al proprio portafoglio e ampliare ancora di più l’attività, metterci in pari con altri stati e ospitare competizioni ufficiali sul nostro territorio. Tutto ciò avviene in un rione periferico che ha bisogno di iniziative come queste”.

"Mistero" sul gasometro

Per rimanere in tema di free climbing, sembra essersi arenata l’idea di un’altra palestra di roccia al Gasometro del Broletto, avanzata dell’ex assessore al patrimonio Lorenzo Giorgi fino a poco prima della pandemia. Un progetto di recupero della struttura fatiscente in collaborazione con l’Università di Trieste e denominato GasometroTrieste Climbing, di cui l’assessore Lodi, l’assessore all’urbanistica Michele Babuder e lo stesso Lorenzo Giorgi, attualmente consigliere, dichiarano di non avere notizie. Tuttavia, dalla fine del prossimo mese, i rocciatori di Trieste avranno a disposizione una palestra più capiente e attrezzata .

558F66E5-98B0-4D3F-940A-209E59B88D6B

BB5C9A77-FD2A-4BC1-BBC8-E194F85ECBD2

103B4261-B900-49CF-A321-8F0276118A13

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova maxi parete da 80 posti nella palestra di roccia a Valmaura

TriestePrima è in caricamento