rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Medico indagato, Fsi Usae: "Massima tutela degli operatori del 118"

La Fsi Usae intende tutelare gli operatori del 118 in ogni sede contro ogni strumentalizzazione ed illazione potenzialmente lesiva dell'immagine degli stessi

La Fsi Usae (Federazione Sindacati Indipendenti costituente della confederazione Unione Sindacati Autonomi Europei) commenta la vicenda del medico indagato: "In questi giorni, il caso del medico del 118 indagato ha occupato molte pagine dei giornali e molto spazio anche nei telegiornali. La segreteria Fsi Usae di Trieste riconferma I' impegno rivolto alla tutela dei lavoratori e dei cittadini ed intende tutelare gli operatori del 118 in ogni sede contro ogni strumentalizzazione ed illazione potenzialmente lesiva dell'immagine degli stessi. La segreteria Fsi Usae di Trieste attende la conclusione della vicenda riponendo massima fiducia nell' operato della magistratura".

Medico indagato: 9 morti sospette, secondo il Gip indizi per 4

Ad oggi sono due le versioni legate alla vicenda. Sarebbero infatti 9 le morti sospette sotto esame da parte delle pm della Procura di Trieste Cristina Bacer e Chiara De Grassi. Per il Gip, invece, si parla di "sussistente gravità indiziaria" solo in quattro casi (oltre ad otto episodi di falso). Una visione diversa della vicenda tra Procura e Tribunale si evince anche dal fatto che l'accusa avrebbe chiesto gli arresti domiciliari per il medico mentre il Gip avrebbe ritenuto sufficiente la misura della sospensione dall'attività, come approfonditamente motivato nel provvedimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medico indagato, Fsi Usae: "Massima tutela degli operatori del 118"

TriestePrima è in caricamento