rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Mediocredito, Liva (PD): «Perdite generate da gestioni passate»

Il consigliere regionale del Pd, Renzo Liva risponde all'interrogazione mossa dal vicepresidente di Forza Italia Rodolfo Ziberna sulle perdite dell'istituto bancario

«Le perdite sono dovute alla massa di crediti in sofferenza generati nel passato e che oggi sono stati portati alla luce con opportuni accantonamenti, rettifiche e cessioni mediante operazioni di cartolarizzazioni. L'attuale gestione caratteristica della Banca registra, invece, un buon incremento di utile». Lo afferma il consigliere regionale del Pd, Renzo Liva, presidente della Prima commissione, in riferimento ai dati che registrano, per Banca Mediocredito Fvg spa, una perdita di 39 milioni contro i circa 17 già previsti dal piano industriale dell'Istituto di credito.

«Pur lasciando all'assessore Peroni il compito di rispondere in Aula nel dettaglio, l'interrogazione del consigliere Ziberna non evidenzia affatto i problemi di Mediocredito. Al contrario Ziberna evidenzia i suoi limiti nella capacità di lettura e comprensione dei dati forniti dalla Banca, come sempre con grande trasparenza e completezza. Anche quando si muove su un terreno delicato e sensibile per imprese e cittadini, come sono il risparmio e il credito, Ziberna dimostra solo la sua incontenibile propensione alla strumentalizzazione politica».

Secondo Liva, «le questioni sugli emolumenti al personale dirigente della Banca appaiono del tutto infondate in quanto ogni decisione è stata assunta nel totale rispettose di norme, contratti e procedure in vigore. Continuiamo a guardare con serenità e fiducia all'azione di risanamento della Banca mentre il ruolo dell'uccello del malaugurio, lo lascio volentieri ad altri».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mediocredito, Liva (PD): «Perdite generate da gestioni passate»

TriestePrima è in caricamento