rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Minacce social a Gialuz e Menis: le scuse del No vax chiudono il caso

Querele ritirate. Tra ottobre e novembre dello scorso anno il 33enne Daniele Coronica aveva contattato i due su Facebook

Si è chiuso con una sentenza di "non doversi procedere" il processo a carico del 33enne triestino Daniele Coronica, autore di due messaggi intimidatori nei confronti del presidente della Società Velica Barcola e Grignano, il professor Mitja Gialuz, e dell’ex consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Paolo Menis. Lo riporta Il Piccolo. Le querele sono state ritirate dopo che l'imputato ha ammesso l'errore e si è scusato.

Il fatto

Il fatto risale allo scorso anno, quando, tra ottobre e novembre, il 33enne aveva contattato su Facebook Gialuz e Menis. In particolare, il presidente della Svbg era stato preso di mira per la sua petizione "Appello a Trieste", nata in risposta alle manifestazioni No vax e No Green Pass. "Hai tirato troppo la corda quindi sappi che i triestini sanno dove lavori e dove abiti...", aveva scritto a Gialuz. Questo invece il messaggio inviato a Menis: "Il tuo movimento è peggio di Forza Italia... vergogna... criminale...pagherete tutto. Cominciate ad avere paura"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce social a Gialuz e Menis: le scuse del No vax chiudono il caso

TriestePrima è in caricamento