Cronaca

La rissa iniziò da "Bianca" e finì al "De Pellegrin": pugno duro del questore, sospese le licenze per sette giorni

L'episodio risale al 15 maggio scorso quando sei cittadini italiani diedero vita ad una violenta rissa. Il provvedimento è stato notificato soltanto tre giorni fa

Sono stati notificati lo scorso 12 luglio ai titolari dei bar “Da Bianca” e “De Pellegrin” siti in centro a Monfalcone (GO), i provvedimenti del Questore di Gorizia che dispongono, per motivi di ordine e sicurezza pubblica, la sospensione dell’autorizzazione per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande. Le restrizioni - ai sensi dell’art.100 del Testo Unico delle Leggi di P.S. - sono state imposte in quanto gli esercizi sono stati teatro di una rissa, scoppiata lo scorso 15 maggio, che ha visto coinvolte complessivamente sei persone, tutti cittadini italiani, e che ha richiesto l’intervento del personale del Commissariato Distaccato di Pubblica Sicurezza di Monfalcone e della Polizia Locale di Monfalcone.

L’episodio è sfociato - per futili motivi e verosimilmente per l’eccessiva assunzione di sostante alcoliche da parte dei protagonisti - all’esterno del locale di via Sant’Ambrogio per proseguire in seguito in quello di via Duca d’Aosta. I decreti di sospensione, predisposti con un’azione coordinata tra la Polizia Locale del Comune di Monfalcone, la Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Gorizia e il Commissariato di P.S. di Monfalcone (GO), avranno una validità di sette giorni per entrambi gli esercizi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rissa iniziò da "Bianca" e finì al "De Pellegrin": pugno duro del questore, sospese le licenze per sette giorni

TriestePrima è in caricamento