Cronaca

"l'Italia sta Perdendo la sua Dignita' Nazionale": Bendato Nazario Sauro

Riceviamo da Fratelli D'Italia e pubblichiamo:Il 24 maggio FRATELLI d'ITALIA si è mobilitata d'innanzi al monumento in onore a Nazario Sauro sulle rive di Trieste dove è avvenuta, oltre alla deposizione di fiori per celebrare l'importante data...

Riceviamo da Fratelli D'Italia e pubblichiamo:
Il 24 maggio FRATELLI d'ITALIA si è mobilitata d'innanzi al monumento in onore a Nazario Sauro sulle rive di Trieste dove è avvenuta, oltre alla deposizione di fiori per celebrare l'importante data storica del 24 Maggio 1915, il rinnovato appello al Prefetto di Trieste, affinchè lo Stato italiano intervenga seriamente per il rilascio dei due fucilieri di marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone arrestati dal governo indiano.

I militanti del movimento politico hanno poi voluto bendare la statua dedicata a Nazario Sauro, volendo simbolicamente far evitare di assistere al Martire irredentista, la perdita di dignità nazionale provocata dal caso dei due Marò prigionieri in india da 463 giorni, gestito prima dal governo Monti ed ora dal nuovo governo Letta, attraverso le dichiarazioni del nuovo Ministro Bonino affinchè i nostri due ragazzi debbano essere processati in India.
Una Patria che abbandona i suoi figli con un comportamento da "italietta" non è degna d'esser vista da chi rappresenta i più alti e nobili valori patriottici.

Per ridare dignità a chi la vita diede nell'agosto del 1916 al grido "Viva l'Italia" davanti all'austrico che lo condannò a morte per impiccagione, i militanti triestini di FdI hanno voluto dar lettura della motivazione della M.O. V.M. e del testamento che Nazario Sauro lasciò ai sui figli.

FdI era già scesa in piazza lo scorso mese riguardo al caso Marò, per chiedere al Sindaco se si era dimenticato delle promesse fatte otto mesi fa, riguardo alle iniziative di solidarietà per i due fucilieri di marina Latorre e Girone, chiedendo che venga al più presto esposto un nuovo striscione sulla facciata del Municipio, quale segnale di vicinanza al caso dei Marò e non il semplice ripristino dello striscione precedente, esposto da due mesi presso la Casa del Combattente.

Infine aveva chiesto ai consiglieri di maggioranza e opposizione in Consiglio comunale di fare propria la richiesta e ad attivarsi affinché questa possa esser realizzata, sottolineando che tale proposta dovrebbe riguardare tutte le forze politiche, ma nulla è stato ancora fatto.

(CLIKKA PER INGRANDIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"l'Italia sta Perdendo la sua Dignita' Nazionale": Bendato Nazario Sauro

TriestePrima è in caricamento