Nudo e ubriaco a Barcola prende a calci i Carabinieri: arrestato

I militari sono stati medicati in Pronto Soccorso per lesioni lievissime, mentre il barcollante nudista, un uomo di 33 anni, è stato condotto al Carcere del Coroneo

Nudo e ubriaco nella pineta di Barcola viene fermato dai Carabinieri e li aggredisce. È successo sabato 27 giugno: l'uomo, dopo essere arrivato nel luogo di balneazione, frequentato da molte famiglie, si è tolto immediatamente pantaloni e mutande, iniziando a barcollare tra gli alberi ed il lungomare di Barcola. Non è solo la calura estiva la causa di questo inatteso e scabroso spettacolo: infatti, accanto agli indumenti è stata lasciata a terra una bottiglia di Gin completamente svuotata.

L'aggressione ai Carabinieri

Qualcuno ha chiamato i Carabinieri e sul posto sono giunti immediatamente due pattuglie della Compagnia di Aurisina, che hanno cercato di far rinsavire l’uomo e convincerlo a rivestirsi. Quando i Militari hanno cercato di avvicinarglisi per farlo coprire, però, l’uomo ha iniziato ad aggredirli con spintoni, calci e sputi, motivo per cui i Carabinieri sono stati costretti ad immobilizzarlo e trarlo in arresto. Due Carabinieri sono stati medicati presso il Pronto Soccorso per i colpi ricevuti, riportando lesioni lievissime, mentre il barcollante nudista, un cittadino libico di 33 anni, richiedente protezione internazionale, è stato condotto al Carcere del Coroneo, secondo le prescrizioni del Pubblico Ministero. L'uomo dovrà perciò rispondere dei reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, oltre che di atti osceni ed ubriachezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

Torna su
TriestePrima è in caricamento