Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Altopiano Carsico / Via di Prosecco

Nue 112: al via la nuova postazione fissa dell'ambulanza a Opicina

L'Associazione per la Difesa di Opicina ha offerto la propria sede situata in via di Prosecco 12: il 28 aprile, alle 17, l'inaugurazione

Si è tenuta questa mattina al Municipio di Trieste, una conferenza stampa per illustrare le modalità con cui si è giunti all’apertura di una nuova sede per l’ambulanza del 118 a Opicina.
Fra gli intervenuti: l’assessore comunale al Commercio ed eventi correlati, patrimonio e demanio, contratti e affari generali, volontariato Lorenzo Giorgi, il Direttore Sanitario di Asuits Emanuela Fragiacomo, e i Presidenti del Consorzio Centro In Via Insieme a Opicina Nadia Bellina e dell’Associazione per la Difesa di Opicina Dario Vremec, Alberto Peratoner, Responsabile del Servizio di emergenza 118.

Un’iniziativa che fa seguito a un preciso impegno preso dall'assessore Giorgi, in campagna elettorale, con la cittadinanza, portato avanti con l'Azienda Sanitaria e indubbiamente centrato grazie alla disponibilità delle associazioni presenti sul territorio. L'Amministrazione Comunale ha disposto di concedere in comodato d'uso all'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, per l'insediamento di un presidio del 118, i locali di circa 40 metri quadrati, e l'area di parcheggio antistante di 37 metri quadrati, parte integrante dell'immobile di via di Prosecco n. 10 a Opicina (nell'ambito della particella 1197 del C.C. di Opicina).
Il nuovo insediamento di Opicina, unitamente all'attuale presidio del 118 di S. Croce, consentirà in tal modo il raggiungimento di un più elevato livello di ottimizzazione dei servizi resi alla popolazione dell'Altipiano Carsico Triestino.
L’Associazione per la Difesa di Opicina, in particolare, ha offerto la propria sede, ubicata in via di Prosecco 12, per dare all’autoambulanza una postazione fissa, a partire dal 28 aprile, data di inaugurazione ufficiale.
L’autoambulanza destinata alla copertura dell’altopiano carsico, attualmente è di stanza a Santa Croce.

La nuova postazione dell’ambulanza si colloca sulla strada SP1 del Carso, in una posizione più centrale e baricentrica, rispetto alla numerosità della popolazione dell’altopiano. L’ubicazione della sede la rende inoltre più utile a supportare tempestivamente eventuali urgenze ed emergenze che dovessero verificarsi contemporaneamente in ambito cittadino.
Come già avviene per tutti i mezzi di soccorso regionali, l’autoambulanza di Opicina e il suo equipaggio opereranno sotto la regia della Sores (Sala Operativa Regionale di Emergenza Sanitaria) di Palmanova, la nuovissima Centrale Operativa unica del Fvg in stretto collegamento con la Centrale del NUE 112.
L’autoambulanza di Opicina, inoltre, rientra nella dotazione di mezzi previsti per la Provincia di Trieste dal nuovo Piano di Emergenza e Urgenza Regionale (P.E.U.). Nell’ambito di questo piano, vengono definite le migliori allocazioni di mezzi ed equipaggi, volte a garantire ai cittadini la risposta sanitaria più efficace e con la tempistica più breve, in regime di urgenza ed emergenza.

«Questa è la dimostrazione che quando si lavora assieme tra enti e associazioni del territorio instaurando un dialogo costruttivo e le persone si mettono in gioco, fornendo precise risposte ai cittadini, i risultati si vedono» – ha sottolineato l'assessore, portando il saluto del Sindaco Roberto Dipiazza che assieme a Lorenzo Giorgi fin da subito aveva data piena disponibilità per offrire una soluzione concreta e soddisfacente.

«Siamo felicissimi di poter essere qui a festeggiare il ritorno, dopo oltre 15 anni di assenza, di una postazione del 118 a Opicina – ha detto la Presidente Nadia Bellina -». «Se siamo riusciti in questo intento, dobbiamo ringraziare in prima persona il Sindaco Roberto Dipiazza, che da me interpellato per portarlo a conoscenza di una istanza sentitissima da tutta la popolazione residente di Opicina e anche del territorio carsico circostante, ha delegato l'Assessore comunale Lorenzo Giorgi, che ringraziamo, il quale ha seguito costantemente l'intero iter assieme ai funzionari e agli uffici comunali che a loro volta ringraziamo sentitamente per l'impegno profuso e la disponibilità dimostrata. La realizzazione di questo progetto è stata possibile infatti grazie alla costanza dei dottori Barbara Brajnik, Alberto Peratoner, Responsabile del Servizio di emergenza 118 e del Vice dott. Davide Caggegi in collaborazione con l'Assessore Comunale Lorenzo Giorgi e con l'Ing. Sergio Buzzai del Comune di Trieste».

«Una speciale menzione – ha aggiunto Bellina - va a Massimo Duratorre del Servizio 118 che ha fattivamente tenuto i contatti tra i vertici dell'Asuits e del Dipartimento di emergenza, il Comune di Trieste, l'Associazione per la Difesa di Opicina-Zdru?enje za zaš?ito Op?in e il Consorzio Centro In via-Insieme a Opicina-Skupaj na Op?inah. E al Presidente della Banca di Credito Cooperativo del Carso-Zadru?na Kraška Banka, Adriano Kova?i?, che ha offerto un prezioso sostegno affinchè il ritorno del 118 a Opicina potesse concretizzarsi, oltre infine a tutte le associazioni e i privati che hanno collaborato alla riuscita del progetto, nonchè i negozi e i pubblici esercizi di Opicina che hanno aderito all'iniziativa».

Dario Vremec ha elogiato l'iniziativa che accanto al ripristino del poliambulatorio in via di Prosecco, va a costituire un'importante servizio per la comunità. Ha quindi rivolto un ringraziamento anche ai circoli sportivi, alle associazioni di categoria e ai Comuni di Monrupino e Sgonico per la collaborazione. Ringraziamenti al Comune e alle associazioni del territorio, anche da parte del Direttore Sanitario Manuela Fragiacomo che, portando il saluto del Direttore Generale dell'Asuit Delli Quadri, ha rimarcato la funzione baricentrica dell'ambulanza del 118 sull'altipiano d'importanza strategica e logistica per il territorio.

L'inaugurazione della sede di Opicina e del ritorno del 118, si terrà domani, alle ore, 17 presso il Civico 12 di via di Prosecco, (in caso di maltempo l'inaugurazione all'interno della Sala conferenze della della Banca di Credito Cooperativo del Carso-Zadru?na Kraška Banka di via del Ricreatorio 1), a cui parteciperanno: la banda “Viktor Parma” di Trebiciano, le donne in costume dell'associazione Grad Banne, il Coro d'argento di Villa Carsia e il parroco di Opicina don Franc Pohajac per la benedizione di rito, a cui seguirà un rinfresco offerto dalle attività commerciali consorziate di Opicina, dal Club dei Venti All'Ora  e dalla Trattoria Sociale di Opicina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nue 112: al via la nuova postazione fissa dell'ambulanza a Opicina

TriestePrima è in caricamento