menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oggi 10:15 da Piazza Unita' al Porto Vecchio. Una Marcia per il Futuro di Trieste

Oggi sabato 29 settembre, alle ore 10.15, appuntamento in piazza Unità (lato mare), per la passeggiata verso il Porto Vecchio promossa dal Sindaco Roberto Cosolini.Il Sindaco Roberto Cosolini, ha voluto precisare la valenza dell’appuntamento: “E’...

Oggi sabato 29 settembre, alle ore 10.15, appuntamento in piazza Unità (lato mare), per la passeggiata verso il Porto Vecchio promossa dal Sindaco Roberto Cosolini.
Il Sindaco Roberto Cosolini, ha voluto precisare la valenza dell'appuntamento: "E' una passeggiata simbolica che si snoderà dal fronte mare di piazza Unità e proseguirà sul lungomare fino all'ingresso del Porto Vecchio, collegando idealmente le numerose attività di Trieste Next (salone europeo dell'innovazione e ricerca scientifica; fino al 30 settembre) 'che parla di futuro' con quell'area che rappresenta il futuro della città". Ricordando la lettera indirizzata ai concittadini che invita alla riflessione e al valore simbolico della passeggiata verso il luogo delle occasioni mancate: "Questa è un'opportunità per informare e coinvolgere la folta e importante platea di invitati e partecipanti, dai giornalisti, agli imprenditori a membri autorevoli del mondo scientifico e potenziali investitori, sia a livello nazionale che internazionale, sulle potenzialità di Trieste e del Porto Vecchio.

L'obiettivo, più che far parlare noi, è quello di far parlare gli altri e chi partecipa a Trieste Next, per far conoscere la realtà attrattiva rappresentata dal Porto Vecchio. Pertanto sottolineo la necessità di uscire dall'incertezza e confusione e stabilire finalmente se il Porto Vecchio sarà punto franco o demanio o se si assisterà a un nuovo blocco.

Ho assunto l'iniziativa per lo spostamento del Porto franco e ritengo di aver fatto tutto ciò che era possibile.

Siamo innanzitutto amministratori e ci si muove con gli atti amministrativi, di cui si vedranno i frutti, senza fare l'elenco.

La gente si attende anche che si facciano gesti e azioni che rappresentano le loro aspirazioni.
Sono sicuro che almeno l'80% dei triestini pensa che il Porto Vecchio debba essere trasformato.
In questo senso, abbiamo bisogno di un Porto moderno, senza il depauperamento dell'Autorità Portuale.

Siamo favorevoli a stabilire accordi fra istituzioni per potenziare con risorse il Porto Nuovo.
Certo che i porti sono collegati da ferrovie, autostrade, qui abbiamo le Rive, e mi chiedo quanto ciò sia ragionevole, senza contare il limite del fondale.
La sdemanializzazione del Porto Vecchio porterebbe sviluppo anche al Porto Nuovo.
In ogni caso prima di tutto si deve fare chiarezza: il Porto Vecchio può essere oggetto di investimenti importanti, ma per fare azione di marketing in campo nazionale e internazionale dev'esserci certezza giuridica, precondizione per qualsiasi progetto che riguardi l'area.
Gli ostacoli amministrativi potrebbero indurre all'abbandono, mentre la città guarda inerme e anche arrabbiata all'ennesimo fallimento.
Una partita simbolica che si gioca anche nei confronti del Governo e dell'Autorità Portuale per sviluppare una strategia decisa e rivolta ai concessionari e al marketing.
E che potrebbe significare sviluppo e lavoro per il futuro di Trieste".


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento