rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Omicidio in via Rittmayer

Omicidio Trajkovich: sentiti altri testimoni

Il 21enne Alì Kashim, reo confesso, avrebbe ucciso il 17enne Robert Traikovich per motivi di gelosia. Potrebbe non aver agito da solo ma con un complice. Nella mattinata di lunedì 10 gennaio i Carabinieri hanno sentito altri testimoni

Questa mattina, lunedì 10 dicembre, i Carabinieri hanno ascoltato nuovi testimoni per il caso di omicidio di Robert Trajkovic.  Lo rivela il Tgr Rai Fvg. Il 17enne di origini serbe sarebbe stato ucciso nel sottoscala di un palazzo in via Rittmeyer per motivi di gelosia, infatti il reo confesso Alì Kashim, di 21 anni, è l'ex fidanzato della ragazza con cui Robert si stava frequentando da qualche giorno. Kashim potrebbe non aver agito da solo ma con l'aiuto di un complice che lo avrebbe aiutato ad attirare il minorenne nello stabile del Bed and Breakfast dove la ragazza abitava coi genitori. Giovedì è prevista l'autopsia, disposta dal sostituto procuratore Lucia Baldovin, mentre il 21 enne Alì è in carcere in custodia cautelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Trajkovich: sentiti altri testimoni

TriestePrima è in caricamento