Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Padova Pride Village, sabato orsi e cacciatori protagonisti: arriva la Bear Night

La Bear Culture, subcultura della comunità gay è nata attorno alla metà degli anni '80 del secolo scorso e si è sviluppata in maniera trasversale a tutte le nazioni e a tutte le estrazioni sociali

Sabato 9 luglio protagonisti al Padova Pride Village saranno i corpi muscolosi e irsuti che caratterizzano gli esemplari tipici dei “bear”, gli orsi. Uomini dalla corporatura robusta e pelosi, oppure semplicemente cicciottelli, invaderanno pacificamente il Village per “United Bears”, il più grande evento Bear d’Italia. Vietato radersi e obbligatorio ripescare dagli armadi le camicie a quadrettoni di flanella!

La Bear Culture, subcultura della comunità gay è nata attorno alla metà degli anni '80 del secolo scorso e si è sviluppata in maniera trasversale a tutte le nazioni e a tutte le estrazioni sociali. I bear sono anche dotati di una bandiera che li simboleggia: una zampa di orso su sfondo a righe, con colori che nella parte superiore si rifanno alle diverse etnie mondiali, quindi neri, mulatti, asiatici, e che nella parte inferiore rappresentano invece i colori del pelo dell’orso a seconda dell’età, quindi nero, grigio o bianco. La bandiera dei bear sta ad indicare l’apertura di questa sottocultura a tutte le etnie del mondo.

La serata sarà accompagnata dalla performance di Hard Ton una delle dance band italiane più irriverenti in circolazione, la “disco-bear queen XXL” dei club berlinesi che ha sedotto il tedesco Dj Hell, e dalla l’animazione dei Beardoc Boys: Stefano, Gennaro, Marco, Nicholas, Marco D, Christian O.

Guest DJ Andy J e DJ Silver.

Per gli appassionati della Settima arte l’appuntamento è alle 21.30 al CineVillage organizzato in collaborazione con il Queer Lion Award di Daniel N. Casagrande, premio cinematografico attribuito annualmente dal 2007 al "Miglior Film con Tematiche Omosessuali & Queer Culture" tra quelli presentati alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. In cartellone questa settimana “Snails in the Rain“ di Yariv Mozer (Israele 2013, 82’), tratto dal racconto contenuto nel libro "The Garden of Dead Trees" di Yossi Avni Levy. Tel Aviv, estate del 1989. Boaz, affascinante studente di lingue, riceve delle lettere d'amore anonime da parte di un uomo che mettono in dubbio la sua sessualità e rompono l'equilibrio con la sua amorevole ragazza.

Sul Boulevard prosegue “I Migliori D-Anni Show”, gioco che ripercorre i decenni del costume e della storia condotto da Leo e Miss Linda. Una sfida tra due squadre capitanate da Mizzy Collant e Giusva. Al termine si balla con Radda DJ.

Ingresso gratuito tra le 19:00 e le 21:00, 6 € tra le 21:00 e le 23:30, 15 € con 1 consumazione inclusa tra le 23:30 e le 4:00

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padova Pride Village, sabato orsi e cacciatori protagonisti: arriva la Bear Night

TriestePrima è in caricamento