menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cambiò il pediatra al figlio per far dispetto alla compagna già oggetto di violenza: condannato a due mesi

Dovrà pagare anche 500 euro per danni morali e le spese processuali. La donna era già fuggita da casa da Napoli per rifugiarsi al Goap

Aveva cambiato pediatra al figlio per far dispetto all'ex compagna, precedentemente maltrattata e perseguitata, e ora è stato condannato a due mesi di carcere per il reato di falsità ideologica in atto pubblico, più il pagamento di 500 euro per danni morali e delle spese processuali.

Il Tribunale di Trieste, nella persona del giudice Luca Carboni ha così dato ragione alla donna, che un giorno si era recata dal pediatra di suo figlio ma si era sentita dire che il medico non aveva più in carico il bimbo. Si era poi scoperto che il quarantenne ex compagno aveva finto consapevolmente di aver perso la tessera sanitaria, che invece era in possesso della madre. Con la nuova tessera aveva poi cambiato il pediatra del bambino con il probabile scopo di esercitare il suo potere a scopi persecutori. A quel punto l'Azienda Sanitaria, adita con ricorso in autotutela dall'avvocato della donna, ha ripristinato il pediatra originale per poi mandare gli atti in Procura.

Le violenze

Tre anni prima la madre era scappata da casa dell'uomo e si era rivolta al Goap di Trieste dopo alcuni presunti episodi di violenza, uno dei quali refertato con 15 giorni di prognosi. Il quarantenne aveva poi denunciato un'operatrice del Goap stesso, ma il tutto era stato archiviato dal Gip. L'uomo è anche indagato per non aver pagato gli assegni di mantenimento al figlio per un periodo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 277 casi e sette decessi, calano ricoveri e isolamenti

  • Cronaca

    Ristori per far fronte alla crisi, le osmize riceveranno 700 euro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento